menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

DoteComune, ancora pochi giorni per presentare le domande in comune

Sette le posizioni aperte a Palazzo Bovara, con indennità mensile garantita dal patto con la Regione Lombardia

Scade martedì 19 settembre alle ore 12.30 il termine per presentare le domande ai sette tirocini di “DoteComune” presso il comune di Lecco. Sette le posizioni aperte a Palazzo Bovara, con indennità mensile di 300 euro garantita; l'impegno è fissato in 20 ore settimanali, per una durata che varia da 3 a 12 mesi. Queste le aree di destinazione:

- Servizio informazione, comunicazione e partecipazione (Cod. LCC041706D01) - durata 6 mesi

- Ambiente (2 tirocini - codici LCC041712D02 e LCC041712D03) - durata 12 mesi

- Sportello Unico Attività Produttive (cod. LCC041712D04) - durata 12 mesi

- Demanio idrico e lacuale (cod. LCC041712D05) - durata 12 mesi

- Sportello Unico Edilizia (cod. LCC041712D06) - durata 12 mesi

- Pianificazione e Controlli (cod. LCC041712D07) - durata 12 mesi

DoteComune è un'esperienza formativa nella Pubblica Amministrazione per inoccupati o disoccupati di età uguale o superiore a 18 anni, residenti in Lombardia. DoteComune è organizzata e promossa da Regione Lombardia, ANCI Lombardia, AnciLab e gli enti locali aderenti.

Benefici

È prevista un'indennità mensile di tirocinio di 300 euro; al termine dell'esperienza vi sarà la certificazione delle competenze acquisite, secondo il Quadro Regionale degli Standard Professionali di Regione Lombardia.

Ricordiamo che DoteComune è un tirocinio, quindi un'esperienza formativa a carattere teorico-pratico, non un contratto di lavoro.

Da aprile 2017 (in base al nuovo Protocollo d'intesa Anci - Regione Lombardia), la partecipazione a DoteComune costituisce assolvimento del percorso di politica attiva del lavoro. Quindi i candidati selezionati che dichiarino di essere disoccupati o in cerca di prima occupazione - e perciò rientranti nella categoria indicata nell'articolo 19 del D.lgs. 150/2015 (*) -, dovranno stipulare il Patto di servizio personalizzato in un ente accreditato per i servizi al lavoro (ad es. Centro per l'impiego). Di conseguenza essi dovranno consegnare all'ente ospitante la "Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro" (DID).

All'apposito link predisposto sul sito del comune di Lecco link è possibile prendere visione di tutti i dettagli. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Lecco, la zona arancione è in vista: si sbilancia anche Fontana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento