Cronaca

Violenta il compagno di cella, lecchese condannato a un anno e dieci mesi

L'uomo è stato condannato per violenza sessuale e lesioni. Dovrà anche risarcire la sua vittima

Il lecchese è detenuto nel carcere friulano di Tolmezzo

È stato condannato per violenza sessuale e lesioni a un anno e 10 mesi di reclusione, per aver abusato sessualmente del suo compagno di cella.

Protagonista della vicenda un lecchese di 32 anni, detenuto nel carcere friulano di Tolmezzo (Ud), che aveva "messo gli occhi addosso" all'uomo con cui condivideva la cella: come riporta Il Messaggero Veneto la vittima, un bellunese di 30 anni, dopo l'ennesimo abuso, ha chiesto di essere trasferito e ha denunciato il lecchese.

Il caso è finito in tribunale, con il veneto che, al termine della detenzione, si è costituito parte civile contro il 32enne, e ha anche ottenuto un risarcimento di 5mila euro. La denuncia era scattata per un episodio avvenuto nel 2010, quando il lecchese aveva spinto nel bagno il compagno di cella e lo aveva violentato.

Leggi l'articolo completo sul Messaggero Veneto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta il compagno di cella, lecchese condannato a un anno e dieci mesi

LeccoToday è in caricamento