menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scritta apparsa mercoledì

La scritta apparsa mercoledì

Lecco, ai Mondiali c'è chi tifa Europa e non Italia

Gli attivisti di "Castello Trincea d'Europa" hanno ribadito il loro pensiero in occasione dei Mondiali di Calcio che si stanno disputando in Brasile

Un muro, un po' di carta per coprire le scritte precedenti, due tolle di vernice (rossa e nera) e qualche pennello.
Da qualche mese a questa parte gli attivisti di Castello Trincea d'Europa sono saliti alla ribalta della cronaca per la loro attività politica, inizialmente incentrata sulla "trasmissione del messaggio" tramite le scritte sui muri, sfociata poi nella manifestazione alla "Meridiana", in cui accesero dei fumogeni, intonarono dei cori di stampo politico e lanciarono dei volantini sulla gente, abbastanza spaesata per quello che stava succedendo.

Dopo qualche settimana di silenzio, i giovani sono tornati a farsi "sentire" con il loro marchio di fabbrica: la scritta sul muro, questa volta in via Ponte Alimasco, in prossimità del cimitero.
Il pensiero, filo conduttore della loro politica, è puramente europeista ed è espresso nel messaggio pubblicato sulla pagina Facebook: "I mondiali di calcio hanno lo strano effetto di risvegliare il patriottismo dell’italiano medio; ma è un sentimento privo di fondamento. L’Italia, infatti, è una creazione artificiale, così come tutti gli altri Stati europei – l’Alsazia e la Lorena sono territori francesi o tedeschi? Di sicuro sono regioni europee. Il popolo italiano, invece, non è mai esistito e lo sapevano bene pure i “Padri della Patria” («Fatta l'Italia bisogna fare gli Italiani»). I nazionalismi in generale sono tanto pericolosi quanto inutili, perché dividono i popoli europei anziché unirli. Tra una manciata di giorni ricorre il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, che altro non fu che una grande guerra civile europea, ma da quella lezione abbiamo imparato ben poco, stando a vedere il rigurgito dei partiti nazionalisti in buona parte dell’Europa."

Per la prossima puntata c'è solo da attendere, ne siamo sicuri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento