«Qualcuno ha pensato, almeno per un momento, ai ragazzi?»

La lettera di Sara, mamma di giovani pallanuotisti, sulla (possibile) chiusura del "Bione" di Lecco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Buongiorno a tutti,

sono una mamma di tre bambini che frequentano da oltre una anno il corso di pallanuoto presso la struttura comunale Bione.

Leggo con profondo rammarico la disputa tra il Comune e lo Sport Management.

Burocrazia, soldi, intese, responsabilità. Capisco che non sono cose di poco conto, ma mi chiedo chi di queste due parti ha pensato almeno per un momento ai ragazzi che frequentano la struttura.

A quei ragazzi che vivono la preadolescenza e adolescenza oggi, che tolti a fatica da playstation, tv, cellulari vengono indirizzati con grande sforzo economico e di tempo (visto che le partite della domenica organizzate vanno da Pavia a Busto Arsizio) ad uno sport di gruppo dove poter imparare non virtualmente il gioco di squadra, la lealtà, la fatica per raggiungere un obiettivo.

A quei ragazzi che per caso o fortuna hanno trovato un punto di riferimento, il loro allenatore, motivatore, persona carismatica e con una passione contagiosa per i nostri ragazzi.

Insomma la città di Lecco è fatta anche di noi. Di famiglie che hanno bisogno di sentirsi appoggiate in queste scelte.

Al nostro Sindaco che stimo chiedo di andare oltre. Oltre le difficoltà che ci possono essere, oltre alla burocrazia, oltre alle incapacità di chi ha gestito malamente questi rapporti con la società.

Brivio sei persona che si occupata del prossimo da tutta la vita, ci aspettiamo che tu possa occuparti di noi semplici famiglie che cerchiamo di coinvolgere in qualcosa di buono i nostri figli.

Fallo per quelle donne e uomini che qualche ora la settimana evadono dai loro problemi, malattie e disgrazie affettive per concedersi un'ora nell'unico centro sportivo della città di Lecco.

Fallo per ognuno di noi che al Bione ci ha passato ore ed ore per stare bene con il mondo e con se stesso.

Alla Società Sport Management che essendo troppo grande per conoscere ogni singolo abbonato gestisce e fa cassa posso solo dire che il loro lavoro è più importante di quanto possa sembrare. Portano lo sport nelle nostre città, portano svago e benessere e questo è un valore inestimabile.

Con profonda tristezza
Sara

Torna su
LeccoToday è in caricamento