Chiuso: duemila firme per la scuola

L'obiettivo del Comitato: garantire una migliore qualità di vita nel rione lecchese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

In seguito alla sua costituzione, avvenuta l'8 marzo 2016, il nuovo "Comitato di Chiuso" si è strutturato con il seguente organigramma: Luca Dossi, portavoce unico con la stampa e con le istituzioni; Michela Sacchi, segreteria organizzativa; Michele Dell'Oro, segretario e moderatore; Marco Caccialanza e Michela Sacchi, responsabili gestione contenuti web; Carmelo Burgio, rapporti con i capi gruppo consigliari; Natale Passoni, riferimento per la cittadinanza del quartiere.

Il fine del suddetto comitato è quello di promuovere tutte le iniziative volte a garantire una migliore qualità della vita nel rione di Chiuso, purtroppo già pesantemente penalizzato in questi ultimi anni da continue e perpetuate ingerenze.

Il comitato sarà riferimento per la comunità e vigilerà a tutela degli interessi degli abitanti e dell'ambiente circostante.

Il primo obiettivo, teso a salvaguardare la permanenza della scuola primaria "Torri Tarelli" all'interno del quartiere di Chiuso, sarà un invito a partecipare ad un dibattito pubblico, rivolto a tutti i capi gruppo ed ai segretari di partito cittadini ed aperto all'intera cittadinanza. L'incontro si terrà sabato 2 aprile allo ore 21 presso la Casa sul Pozzo, a Chiuso (corso Bergamo n. 69).

Contemporaneamente si continuerà nella raccolta firme che ha permesso, dopo soli tre giorni, di raggiungere il già significativo traguardo di più di mille adesioni tra i residenti (i votant del quartiere alle ultime elezioni comunali sono stati 845) ed altrettante tra i non residenti.

L'obiettivo è quello di unire un intero quartiere nella tutela di un bene ritenuto vitale ed essenziale per la sopravvivenza della comunità di Chiuso.

Comitato di Chiuso

Torna su
LeccoToday è in caricamento