menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferrovia Lecco-Como, ecco i primi progetti per il rilancio

Durante l'incontro fra pendolari e istituzioni dello scorso venerdì 10 ottobre sono state annunciate nuove corse e mossi i primi passi verso il rilancio della tratta.

Venerdì 10 ottobre si è tenuto l'incontro fra il Comitato dei pendolari della linea ferroviaria Lecco-Como, gli associati del Circolo ambiente "Ilaria Alpi", i sindaci dei paesi lungo cui la tratta si snoda e i rappresentati di Regione Lombardia e Trenord per parlare di come rilanciare e potenziare il collegamento fra i due capoluoghi, attualmente causa di moltissimi disagi.


Durante la serata è stata annunciata l'introduzione di nuove corse a partire da metà dicembre 2014, che andranno a tappare i primi "buchi" nel servizio. I nuovi treni saranno quello delle ore 14.41 da Como a Molteno e quello delle ore 16.37 da Molteno a Como. 


Sarà anche ampliato il percorso dell'autobus delle 7.20 da Merone a Oggiono, ed è in corso di valutazione l'introduzione di un treno alle 12.19 da Lecco a Como e di uno delle 7.41 da Como a Lecco.


«L'introduzione di nuove corse è il primo passo per il consolidamento del servizio - si legge nel comunicato diffuso dal Comitato pendolari - Ora devono essere fatti ulteriori passi per il potenziamento della linea, anzitutto attraverso l'attivazione di nuove corse al mattino e l'estensione del servizio nei giorni festivi e ad agosto. E poi si deve prevedere la sostituzione delle vecchie carrozze dei treni, risalenti agli anni '70, e l'ammodernamento delle stazioni in degrado».


I rappresentanti dei pendolari hanno anche illustrato alle istituzioni le loro proposte per il rilancio della tratta:  l'istituzione di nuovi collegamenti Como-Lecco senza cambio treno a Molteno e l'inserimento di nuove corse veloci da Erba a Como S. Giovanni, grazie alle quali si potrebbe arrivare da Erba a Cantù in soli 15 minuti, da Cantù a Como in soli 13 minuti, e viceversa, in modo da rendere la ferrovia davvero concorrenziale rispetto all'automobile.


Ai sindaci i pendolari hanno proposto il testo di un ordine del giorno da approvare nei diversi Consigli comunali: questo prevede che i Comuni chiedano a Regione Lombardia, Trenord e Rfi di adottare dei provvedimenti per potenziare la linea.


Nello specifico, le richieste sono: inserire una nuova corsa tra le 7 e le7.30 del mattino da Merone a Lecco, completare il cadenzamento attuale, da Como a Lecco e ritorno, aprire la linea nei periodi vacanzieri (tutto il mese di agosto, vacanze natalizie) e nei giorni festivi, istituire nuovi collegamenti Como-Lecco senza cambio treno a Molteno,  inserire nuovi collegamenti veloci da Erba a Como S. Giovanni, sistemare le stazioni in degrado, prevedendo manutenzioni ordinarie e straordinarie degli stabili e delle banchine.


«Il Comitato pendolari e il Circolo ambiente "Ilaria Alpi" - si conclude il comunicato - auspicano pertanto che siano ora anche i Sindaci e i Consiglieri a prendersi a cuore il rilancio della Como-Lecco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento