menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tir in corteo a Lecco: gli autotrasportatori ingranano la marcia della mobilitazione

Le motivazioni del "Tir Day" e il percorso del corteo per le vie del capoluogo lariano

Così, come in tutta Italia, sabato 18 marzo, gli autotrasportatori lecchesi ingranano la marcia della mobilitazione, con un corteo di tir che porterà per le strade di Lecco (e non più in corteo fino a Como, ndr) la protesta per le mancate risposte del Governo alle richieste del settore.

"Le rivendicazioni di Confrtagianato Trasporti e FAI - principali attori di UNATRAS - toccano diverse criticità: si chiede di una determinazione dei costi indicativi di esercizio da far valere nei confronti dei committenti, azioni più efficaci contro la concorrenza estera sleale e l'abusivismo, sanzioni contro il mancato rispetto dei tempi di pagamento, sblocco delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali contro i divieti pretestuosi su ponti e cavalcavia, proproga della circolazione per i mezzi Euro 3", si legge in un comunicato.

"Un delicato problema che colpisce tutta la cittadinanza riguarda la Motorizzazione Civile: a Lecco pare ormai imminente la chiusura della sede provinciale, di conseguenza occorrerà andare a Como per tutte le pratiche automobilistiche (patenti, passaggi di proprietà, targhe, eccetera). Nel frattempo le revisioni dei mezzi pesanti sono bloccate anche nelle officine autorizzate, per cui gli autotrasportatori sono costretti ad andare nelle province vicine con gran dispendio economico e di tempo".

IL PERCORSO DEL CORTEO, CON PARTENZA E ARRIVO DAL BIONE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento