menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Valsecchi, De Poi, Campione e Cameroni

Da sinistra Valsecchi, De Poi, Campione e Cameroni

Lecco: fino al 22 settembre la "Settimana europea per la mobilità sostenibile"

La manifestazione è stata presentata questa mattina dagli Assessori ai trasporti della Provincia e del Comune di Lecco. Numerosi gli eventi dedicate al mondo della bicicletta.

E' iniziata martedì 16 settembre, la "Settimana europea della mobilità sostenibile" che si protrarrà fino al prossimo lunedì 22. A presentare il ricco programma della città di Lecco in occasione dell'evento sono intervenuti nella mattinata di oggi, presso la Sala consiliare del comune di Lecco, Vittorio Campione, assessore alla mobilità del comune di Lecco, Franco De Poi, assessore provinciale alla mobilità e ai trasporti, Fabio Valsecchi, responsabile dei servizi trasporti e mobilità della Provincia e Lodovico Cameroni, responsabile FIAB-LeccoCiclabile.

Tra i vari eventi in programma vi è quello di venerdì 19 settembre, dal titolo "Chi sceglie la bici per recarsi al lavoro, a scuola o semplicemente fare la spesa...merita un premio". A tutti i ciclisti che transiteranno davanti al comune di Lecco per recarsi al lavoro, a scuola o fare la spesa verrà consegnato un simpatico gadget.

Sabato 20 e domenica 21 settembre ci sarà "Adesso ti aggiusto io la bici....ciclofficina in piazza!!": i volontari di Crossing-Bike Lecco e Fiab-LeccoCiclabile aiuteranno i ciclisti con un mini-corso di manutenzione per avere una bicicletta sempre efficiente. A seguire "Perchè non provi la Pedalata assistita?" con le biciclette del Blu-Bike. Per chi ne farà richiesta, sarà possibile testare gratuitamente le biciclette a pedalata assistita del servizio di bike-sharing cittadino: accompagnati da personale addestrato, si potranno percorrere brevi tracciati cittadini, apprezzando i vantaggi della pedalata assistita.

«C'è il giusto mezzo per ogni tragitto - esordisce Campione - e infatti, per brevi trasferimenti, la bicicletta si è dimostrata più veloce di altri. A livello europeo sono 1920 le città europee che hanno aderito alla Settimana europea della mobilità sostenibile, e a dire il vero sono un pò pochine, ma nonostante ciò, il fatto che Lecco lo abbia fatto, ci inorgoglisce ancor di più. A breve, come amministrazione comunale, annunceremo un'altra novità riguardante la mobilità sostenibile, è cioè il car sharing. Oltre a questo, in collaborazione con la Provincia abbiamo ampliato i percorsi ciclabili in altri comuni del lecchese».

«Sempre nell'ambito di questa iniziativa  - prosegue De Poi - voglio ricordare l'evento di ieri in cui abbiamo percorso in bicicletta alcuni tratti di ferrovie dismesse e riadattate a piste ciclabili. Proprio in questo settore, come Provincia, abbiamo in mente un progetto di trasformazione delle linee dismesse in piste ciclabili, come già accaduto con il vecchio ponte ferroviario che collega Calolziocorte a Olginate, ora pista ciclo-pedonale».

Lo stesso De Poi ha successivamente spiegato del progetto ambizioso cui la Provincia sta lavorando: la costruzione di una pista ciclabile che parta dalle sorgenti del Fiume Adda, in val Alpisella, e arriva fino a Cremona, collegando i diversi fiumi. Il progetto usufruirebbe di un bando della Fondazione Cariplo, in collaborazione con le Province di Milano, Lodi e Cremona.

«La mobilità sostenibile - interviene Valsecchi - non va più considerata come uno strumento o un mezzo, ma come un sistema condiviso di trasporto tra ferro, gomma, bicicletta e piedi. Colgo inoltre l'occasione di questo incontro pubblico per invitare tutti i cittadini ad utilizzare l'abbonamento "IVOP" (Io viaggio ovunque in Provincia), che consente di muoversi liberamente con un unico abbonamento su tutti i mezzi provinciali, esclusa la navigazione sul lago, che è statale. Il nostro impegno futuro, come amministrazione provinciale, sarà di arrivare a garantire il trasporto della bicicletta su questi mezzi».

«La settimana europea per la mobilità sostenibile per noi di FIAB LeccoCiclabile è iniziata ieri - conclude Cameroni - con il censimento dei ciclisti che sono transitati dai ponti Kennedy e Visconti, dall'ospedale Manzoni e Piazza Garibaldi fra le 7.30 alle 13.30: se nel 2012 la rilevazione aveva contato quasi 1400 ciclisti e lo scorso anno si era riscontrato un calo considerevole, con soli 980, quest'anno i ciclisti rilevati sono tornati allo stesso livello 2012. Nel dettaglio sono stati 406 e 407 nel due ponti Kennedy e Visconti, 130 presso l'ospedale Manzoni e 308 in piazza Garibaldi. C'è ancora molto da fare in tema di mobilità sostenibile, ma ritengo che, almeno per quanto riguarda Lecco, siamo sulla buona strada».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento