Minaccia di morte con grosse forbici un barista di corso Martiri

Il cliente avrebbe dato in escandescenza a seguito del rifiuto del titolare di offrirgli un caffè e una “Lemonsoda”. La polizia ha rintracciato e denunciato il responsabile: è lo stesso uomo che pochi giorni fa aveva aggredito una guardia giurata al Pronto Soccorso

Gli agenti della Squadra Volanti della Questura hanno denunciato per minacce il 43enne italiano.

Ha preso un caffè e una lattina di Lemonsoda, poi, quando poi il barista gli ha chiesto di pagare il conto ha dato in escadescenza arrivando perfino a minacciare di morte il titolare del locale con un grosso paio di forbici. I fatti sono avvenuti nella mattinata di ieri, venerdì 24 gennaio, presso il "Bar Sport" di corso Martiri della Liberazione, a pochi pasi dal centro di Lecco. Immediato l'allarme alle forze dell'ordine e sul posto sono intervenuti gli  agenti delle “Squadre Volanti” della Polizia di Lecco per prestare aiuto al barista.

Giunti sul posto, gli agenti della Questura cittadina sono stati informati dal proprietario del locale che un cliente in stato di forte agitazione si era da poco allontanato dopo averlo appunto minacciato di morte con un grosso paio di forbici. L'uomo, a detta del titolare, si sarebbe infuriato in seguito al suo rifiuto di offrirgli un caffè e una lattina di “Lemonsoda” prelevata dall’espositore. A seguito di approfondite e immediate ricerche, nel giro di un'ora i poliziotti sono riusciti a rintracciare il soggetto. Dopo una perquisizione personale, nella tasca destra del giubbotto dell'uomo gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un paio di forbici appuntite lunghe circa 21 centimetri.

Perseguita, pedina e picchia l'ex compagna: 27enne in carcere

Accompagnato in Questura per l'identificazione, in quanto privo di un qualsiasi documento d'identità, R. G. (nazionalità italiana), classe 1976, è risultato inoltre inottemperante al divieto di ritorno nel comune di Lecco per tre anni emanato proprio il giorno prima dal Questore di Lecco. Il provvedimento preventivo si era reso necessario in quanto pochi giorni prima lo stesso R.G. si era reso responsabile di un'aggressione alla guardia giurata del Pronto Soccorso di Lecco.

La polizia ha quindi proceduto a deferire in stato di libertà all’ Autorità Giudiziaria il 43enne per inottemperanza al “Foglio di via”, per porto ingiustificato di oggetto atto ad offendere e per minacce gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • Coronavirus: 173 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

Torna su
LeccoToday è in caricamento