Cronaca

Cassa integrazione per i dipendenti della Carsana

Ieri, 5 ottobre, l'incontro tra i rappresentanti dell'azienda e i sindacati

Per i dipendenti dell'impresa Pietro Carsana, tra le aziende più importanti del settore edile lecchese, dal 12 ottobre inizierà la cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale, con durata di un anno lavorativo.

Ieri, 5 ottobre, il lungo confronto, presso la sede dell'Ance, Associazione costruttori edili Lecco, tra i rappresentanti dell'azienda, tra cui il direttore generale Daniele Conti, e alcuni sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil, ha confermato il difficile momento dell'impresa che potrà essere superato solo tramite un piano di rientro del debito, da presentare al Tribunale entro 70 giorni, nella speranza di non dover ricorrere al concordato preventivo; nel frattempo il patrimonio aziendale verrà "congelato" e i creditori non potranno, quindi, avanzare alcuna richiesta.

Il futuro della Carsana e dei suoi dipendenti è quanto mai incerto: il momento difficile non è dovuto solamente alla mancanza di lavoro, ma anche al fatto che l'impresa, in diverse occasioni, non ha incassato gli introiti che le sarebbero spettati per problemi economici dei clienti. L'azienda intende comunque non fermare i lavori in corso e, se possibile, trovarne di nuovi. I dipendenti verranno impiegati a rotazione e saranno promosse politiche attive per qualificare i lavoratori e renderli, eventualmente, facilmente ricollocabili nel mondo del lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione per i dipendenti della Carsana

LeccoToday è in caricamento