Cronaca

Lecco, igiene e decoro urbano: c'è il regolamento

«Il tempo delle sanzioni irrisorie è terminato», ha detto Venturini, assessore all'ambiente

(foto di repertorio)

La città di Lecco ha un "regolamento comunale di igiene e decoro dell'ambiente urbano". Il documento, approvato, nella seduta di lunedì 30 gennaio, dal Consiglio comunale, contiene "gli strumenti necessari al contrasto mdelle cattive prassi messe in atto a discapito del decoro urbano cittadino, come la disaffezione nei confronti di una corretta raccolta differenziata, l'abbandono dei rifiuti e l'imbrattamento delle strade".

«Da oltre un anno intimiamo di non abbandonare rifiuti e di esporre i sacchi negli orari prestabiliti. Abbiamo fatto controlli e applicato sanzioni irrisorie in caso di infrazione - commenta Ezio Venturini, assessore all'ambiente - Da oggi, grazie al regolamento approvato, chi continuerà a fare il furbo sarà infatti sanzionabile con ammende significative, previste dalle nuove norme, fino a 6.000 euro».

«Si tratta - spiega il sindaco Brivio - di uno strumento molto atteso e largamento condiviso da tutto il Consiglio, che disciplina gli aspetti che contribuiscono al raggiungimento di elevati standard qualitativi e quantitativi in materia di raccolta differenziata e di decoro urbano».

«Oltre a mettere in evidenza delle best practices, come una più puntuale tracciabilità dei rifiuti e la promozione delle "eco-feste", il documento mette nero su bianco le sanzioni che da oggi in avanti potranno essere applicate nei confronti di chi non rispetta le regole, ma soprattutto dimostra, con il proprio comportamento, di non avere a cuore il bene della nostra città».

«Con il Regolamento, abbiamo la possibilità di intervenire in modo più deciso contro chi "sgarra" - conclue Brivio - La nostra città merita di essere vissuta nel pieno del suo decoro e d'ora in avanti abbiamo uno strumento in più per pretendere rispetto soprattutto nei confronti di quei lecchesi, e sono tanti, che dimostrano di amare Lecco con gesti quotidiani di assoluta responsabilità ambientale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, igiene e decoro urbano: c'è il regolamento

LeccoToday è in caricamento