Cronaca Vicolo della Torre

Lotta all'abusivismo, merce contraffatta sequestrata grazie alle segnalazioni dei commercianti

Prosegue l'impegno congiunto di Confcommercio e Polizia locale contro i venditori "illegali"

La merce sequestrata dai vigili lecchesi

Un altro intervento contro l’abusivismo è andato a segno a Lecco, nel centralissimo vicolo della Torre: la polizia locale ha sequestrato prodotti contraffatti e merce messa illegalmente in vendita.

La segnalazione è partita da un commerciante, che ha avvertito Confcommercio degli abusivi, e l’associazione ha quindi informato i vigili, i quali sono intervenuti, sequestrando la merce.

Uno stratagemma definito “semplice ed efficace” dall’associazione dei commercianti lecchesi: soddisfatto il presidente Alberto Riva, che sottolinea: «L’operazione messa a segno in vicolo della Torre è sicuramente positiva. Un intervento contro il commercio abusivo reso possibile dalla collaborazione tra il negoziante che ha segnalato la problematica, la Confcommercio Lecco e la Polizia Locale. Questa proficua collaborazione che prosegue da diverso tempo è fondamentale per provare a sconfiggere questa piaga della concorrenza sleale. Nel ringraziare il Comando della Polizia di Lecco per l’azione messa in atto, ribadiamo che come associazione continueremo a fare la nostra parte e invitiamo i negozianti a continuare a segnalare eventuali situazioni di abusivismo».

L’intervento è nato anche dalla campagna comune promossa da Confcommercio e polizia locale, “Stop ai prodotti abusivi e contraffatti. Come spiega il Comandante della polizia locale, Franco Morizio, «In questi giorni, proprio grazie alle segnalazioni anche di Confcommercio, è infatti stato possibile effettuare degli accertamenti mirati e sequestrare un cospicuo numero di oggetti contraffatti e fiori, la cui vendita illegale danneggia le imprese e le attività commerciali del territorio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'abusivismo, merce contraffatta sequestrata grazie alle segnalazioni dei commercianti

LeccoToday è in caricamento