Viti nascoste nei wurstel per colpire cani e gatti

Nuovo allarme bocconi "avvelenati" nel Lecchese. L'ultima azione vigliacca a Pescarenico dove un padrone è riuscito a salvare in extremis il proprio amico a quattro zampe

La foto dei bocconi con le viti diffusa anche su facebook.

Un cane stava per inghiottirli, ma per fortuna il padrone si è accorto in tempo e gli ha tolto quei bocconi pericolosi dalla bocca. L'ultima ignobile e vigliacca trovata dei nemici degli animali è stata messa in atto nei giorni scorsi a Pescarenico cove sono stati rinvenuti alzuni pezzi di wurstel con all'interno viti di metallo. L'obiettivo? "Avvelenare" o meglio ferire gravemente fino pure ad uccidere i cani che vengono portati a spasso nel rione di lecco. La notizia, con tanto di foto dei bocconi "killer", è stata diffusa anche sui social network allo scopo di allertare tutti a prestare la massima attenzione. Di recente altri tentativi di avvelenamento di animali domastici, cani piuttosto che gatti, sono stati compiuti anche nel rione di Santo Stefano, a Mandello e a Calolziocorte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento