menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calolziocorte, il mattoncino “Lego” spopola al Lavello

Sabato 25 e domenica 26 marzo, dalle 10 alle 19, la cornice del Monastero ospita l'esposizione "ItLug"

Si sono aperte questa mattina alle 10 le porte del Monastero del Lavello, pronto ad accogliere tutti i visitatori della mostra “ItLug”, un’esposizione di opere costruite coi più celebri mattoncini del mondo, i “Lego”.  Un gioco senza età, che accomuna grandi e piccini, e che porterà numerosi curiosi e appassionati nel cuore del Monastero, dalle 10 alle 19 di questo week-end; già dalle prime ore,  infatti, l’evento ha registrato un buon afflusso, destinato certamente a crescere nel corso del pomeriggio di oggi e nella giornata di domani.

Quali costruzioni è possibile ammirare in questa mostra? Innanzitutto immancabili le città, con trenini, palazzi, ruote panoramiche, giostre e strade ricche di veicoli e personaggi, indubbiamente uno degli spaccati più realistici e azzeccati di tutto il panorama Lego. Spazio anche a una sezione Star Wars, capeggiata dal fiore all’occhiello della saga, la “Death Star”, e accompagnata da tanti altri set non meno affascinanti come il “Millennium Falcon” e il “Tie Fighter”. Non solo questi però: i visitatori potranno vedere anche Lego Technic, Ninjago, ricostruzioni di monumenti o opere della zona, e altre spettacolari creazioni. Per i più piccoli, per i quali è indetto un concorso di costruzione, c’è una saletta apposita per dare spazio alla propria fantasia, con svariati mattoncini pronti per essere assemblati.

Per chi, a qualsiasi età, non sa mai resistere al fascino dell’intramontabile mattoncino danese, un salto all'esposizione "ItLug" è più che d’obbligo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento