rotate-mobile
Cronaca Alto e Basso Lago / Piazza IV Novembre

Manifesti culturali strappati, "tocca al Comune vigilare"

I consiglieri di 'Vivere Lierna' rispondono alla denuncia di Liu Lamperti: "Come opposizione non disponiamo di strumenti di controllo, è compito dell'Amministrazione controllare e individuare i responsabili"

Continua a fare discutere a Lierna il caso dei manifesti culturali strappati da ignoti. Dopo la segnalazione di Liu Lamperti, presidente dell'associazione Lettelariamente che aveva chiesto l'intervento del gruppo di opposizione, ecco giungere la risposta dei consiglieri comunali di 'Vivere Lierna' Marco Mauri e Nunzio Marcelli.

"Prendiamo atto dei fatti esposti dalla Signora Lamperti - spiegano - e ci associamo alla sua protesta. Approfittiamo dello spazio che ci è concesso per informare la Signora Lamperti che l'opposizione, a differenza degli esponenti della cosiddetta 'maggioranza', non dispone di strumenti di controllo del territorio tramite le numerosissime telecamere 'ben piazzate e ben controllate', non dispone della Polizia locale e della struttura comunale, tantomeno dei volontari che avrebbero dovuto effettuare il controllo di vicinato". 

Nel mirino dei soliti ignoti ci sono manifesti e volantini che pubblicizzano eventi culturali, negli ultimi tempi puntualmente stracciati. Fatti (premeditati?) che hanno suscitato il disappunto della Lamperti e di chi opera nel campo della cultura.

"Ci associamo alla protesta"

"L'opposizione non dispone dei soldi dei contribuenti e non può partecipare ai bandi sovracomunali per attivare ulteriori iniziative a supporto del controllo del territorio, oltre a non potere erogare contributi a sostegno delle nostre associazioni impegnate con importanti eventi culturali o 'vinicoli-alimentari'. Purtroppo l'opposizione può solamente associarsi alla protesta per le locandine strappate, per le 'cacche dei cani abbandonate', alla protesta dei nostri Alpini per i ripetuti danni che subiscono presso l'Ex Seminario e per i famosi 'sversamenti impuniti' che sono costati cari ai contribuenti e hanno fatto tanti danni al paese".

Mauri e Marcelli invitano Liu Lamperti "a stimolare maggiormente l'attenzione dell'Amministrazione comunale in merito alle specifiche competenze del Comune, che dovrebbe attivare tutti gli strumenti e tutte le attività necessarie per il controllo del territorio al fine di cercare di individuare gli autori di tali inacettabili comportamenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesti culturali strappati, "tocca al Comune vigilare"

LeccoToday è in caricamento