menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una splendida veduta dal Grignone andata in onda durante la puntata

Una splendida veduta dal Grignone andata in onda durante la puntata

"Linea Bianca" in Valsassina tra Grignone, parapendio, artigianato, miniere e CFPA

Il programma condotto da Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi ha illustrato brevemente la vita della Valsassina, meta di alpinisti e terra che continua a progredire

Ridurre la Valsassina alle sole montagne che la circondano sarebbe riduttivo. Quella della vallata lecchese è, infatti, una terra in continua progressione dal punto di vista dell'innovazione, forte di alcune eccellenze che la rendono invidiata in Italia e non solo. Eccezion fatta per la doverosa copertina con il celebre alpinista Simone Moro, che, come anticipato, ha presentato ai 2410mslm il suo libro, "Linea Bianca", programma condotto da Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi, ha "tagliato" trasversalmente tutta la zona.

Il percorso dei due protagonisti, coadiuvati dall'alpinista e maestro di sci Lino Zani, si è snodato tra Piani di Bobbio, dov'è stato intervistato Massimo Fossati, miniere di barite a Cortabbio, con intervista a Pierfranco Invernizzi, Premana, dov'è stato illustrato il lavoro dell'artigiano Nicola Codega e località in cui ha sede la Camp; spazio anche a Introbio, dove si possono fare corsi di monta western e dove nasce la cascata della Troggia, e allo Zucco dell'Angelone, meta di tanti arrampicatori tra cui il campione italiano e vicecampione del mondo Stefano Ghisolfi.

Immancabili una puntata all'Alpe di Giumello, località simbolo per i parapendisti, e un cenno alle imprese alpinistiche dei Ragni di Lecco, non ultima quella realizzata da Matteo Della Bordella sul Cerro Riso (Patagonia). Spazio, anche, alla creatività del nuvolista Mao Fusina, di Galbiate, e, come anticipato in settimana, alla visita realizzata al CFPA di Casargo.

La chiusura è, giustamente, dedicata al Grignone, le cui immagini vengono accompagnate dalla splendida "Emozioni" dell'indimenticato Lucio Battisti, e dalla da una citazione del pioniere dell'alpinismo Walter Bonatti: «La montagna mi ha insegnato a non barare, a essere onesto con me stesso e con quello che facevo».

Clicca qui per guardare la puntata

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento