menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Presidente Cattaneo

Il Presidente Cattaneo

La regione Lombardia celebra il bicentenario di fondazione dei carabinieri

Il Presidente nel suo discorso ha ricordato la figura del maresciallo Piantadosi, ucciso nell'adempimento del dovere

"La celebrazione del bicentenario dell'Arma dei Carabinieri è una scelta voluta dal Consiglio regionale della Lombardia con un ordine del giorno votato in quest'Aula, perché ogni singolo carabiniere merita l'affetto riconoscente di tutti i lombardi". 

Lo ha affermato il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, aprendo le celebrazioni del bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri che si sono svolte durante la pausa dei lavori d'Aula di Palazzo Pirelli alla presenza del Generale di Corpo d’Armata, Vincenzo Giuliani, del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, dell'Ufficio di Presidenza, dei consiglieri regionali, del Prefetto di Milano, Francesco Tronca e dal Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà.

Cattaneo, che ha ricordato la sua esperienza nelle fila dei Carabinieri, durante il suo discorso ha ricordato i numeri della presenza in Lombardia dell'Arma: 448 stazioni (la prima il 17 Giugno del 1859 a Milano a Palazzo Cattaneo, attuale stazione Moscova) e 11 tenenze.

Il Presidente, oltre alla celebre figura del maresciallo Salvo D'Acquisto, ha menzionato nel suo discorso anche un esempio lombardo di coloro che hanno perso la vita nell'adempimento del dovere. È il caso del Maresciallo Capo dell’Arma dei Carabinieri Stefano Piantadosi, morto il 15 giugno del 1980 a Locate Triulzi (Milano) freddato da un uomo da lui fermato durante una manifestazione ciclistica.

Cattaneo lo ha ricordato "in forza dell’esempio che è stato nella sua vita e con la sua morte", così come i "caduti nelle lotta al terrorismo, nel contrasto alla delinquenza comune, al crimine organizzato e nelle missioni all’estero". "La missione che contraddistingue l'operato dei Carabinieri - ha proseguito il Presidente - è fare bene il proprio dovere, l’amore per la patria, l’attenzione alle persone e al bene comune con atti di grande eroismo fino al sacrificio della vita. Oggi il Consiglio regionale della Lombardia rivolge il suo ringraziamento all'Arma e invita a perseverare su questo cammino che ci rende fieri di esseri italiani e lombardi".

Al termine della cerimonia è stata intitolata una Sala del Consiglio regionale in memoria del Bicentenario dell'Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento