Un'ala chiusa e la caduta sulle rocce: la tragedia di Lorenzo, il giovane consulente innamorato della montagna

Lorenzo Bruni, aretino, è morto ieri pomeriggio in provincia di Lecco. Lavorava con Deloitte a Milano, si era laureato a Firenze. Aveva 31 anni. Appassionato di volo col parapendio, aveva il brevetto. Sull'accaduto indagano i carabinieri

Si chiamava Lorenzo e aveva 31 anni. Da poco meno di un anno abitava a Milano, ma era nato e cresciuto ad Arezzo. Ieri, in un drammatico incidente in volo con il parapendio, ha perso la vita tra le montagne del Lecchese. Sono i colleghi di ArezzoNotizie.it a descrivere la vita del giovane, la cui vita sarebbe stata spezzata dalla mancata apertura del paracadute d'emergenza dopo la chiusura di un ala.

Cade in volo col parapendio: muore giovane aretino

Chi era Lorenzo Bruni

Lorenzo Bruni era un consulente di impresa, lavorava per il colosso Deloitte, nella capitale finanziaria d'Italia. Aveva terminato gli studi accademici nel 2016, dopo aver intrapreso il percorso all'Università di Firenze, Economia, poi la specializzazione in Statistica. Il lavoro lo aveva portato in Lombardia. In precedenza aveva lavorato con un altro gruppo specializzato in consulenze, Milliman. Fuori dal lavoro, amava la montagna, si allenava in palestra ed era appassionato di parapendio. Aveva preso il brevetto e ieri, in una domenica di inizio estate, aveva deciso di godersi una dgiornata in volo poco fuori Milano.

La dinamica dell'incidente

Aveva così raggiunto l'Alpe del Giumello, dalla cui vetta avrebbe potuto lanciarsi. Un luogo incantato tra rilievi, verde e specchi d'acqua sottostanti. Ma una volta in volo - intorno alle 15 - qualcosa è andato storto, una delle ali si sarebbe chiusa e il ragazzo avrebbe perso quota. Una caduta quasi verticale, Lorenzo a quel punto è precipitato per alcune decine di metri, prima di impattare sulle rocce dei monti nei pressi dell'abitato di Vendrogno, in provincia di Lecco.

I soccorsi e le indagini

Chi ha assistito alla scena, ha avvertito immediatamente i soccorsi. La centrale di pronto intervento ha inviato l'elisoccorso da Sondrio, ma una volta recuperato il corpo, per gli operatori sanitari non c'è stato altro da fare che constatare il decesso del giovane. Sulla dinamica dell'accaduto stanno indagando i carabinieri del comando di Lecco. La salma del trentunenne è stata portata all'ospedale della città lombarda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

Torna su
LeccoToday è in caricamento