menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta all'evasione, il comune di Lecco riceverà 160mila euro

Soddisfazione dal PD: "Un'attività che deve assolutamente continuare"

Il Comune di Lecco riceverà una cifra di circa 160 mila euro quale riconoscimento dell'attività legata al recupero dell'evasione: questa l’ottima notizia presentata nel Consiglio Comunale di lunedì 9 novembre dall’Amministrazione Comunale.

«Tra le voci contenute nelle variazioni di Bilancio approvate lunedì scorso mi pare importante segnalare, sia come Consigliere ma soprattutto come cittadino, l'accredito di circa 160 mila euro ricevuto dall'Agenzia delle Entrate frutto dell'accordo stipulato con il nostro Comune per una più stretta collaborazione alla lotta contro l'evasione fiscale – afferma il Consigliere del PD Luigi Comi, membro della Commissione su Bilancio, Ricerca fondi e sviluppo PPP – questo importo è riferito a quanto recuperato dall'Agenzia a seguito di segnalazioni qualificate negli ultimi anni fornite dai nostri uffici comunali, ai quali va il nostro apprezzamento, importo che ci viene poi riconosciuto per quasi la sua totalità. In sintesi: recuperiamo risorse dall'evasione e le utilizziamo per la nostra città. Ritengo che questo risultato sia motivo di soddisfazione, considerato che meno del 10% degli oltre 8.000 comuni italiani ha ottenuto riconoscimenti in quest’ambito».

Il Comune, infatti, trasmette all'Ufficio delle Entrate segnalazioni "qualificate" su ipotesi di evasione in campo erariale (mentre per i tributi comunali provvede direttamente): se le segnalazioni vanno a buon fine il Ministero riconosce al Comune una parte del recuperato, come già avvenuto nel 2013 (1.000 euro) e nel 2014 (30.000 euro).

«Queste segnalazioni sono fondamentali per tre motivi – aggiunge Elisa Corti, Consigliere PD e già Assessore al Bilancio –: in primo luogo per giustizia nei confronti di tutti quei cittadini che pagano senza ricorrere all’evasione, in secondo luogo per una corretta collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e in terzo luogo per le risorse che vengono, in questo modo, attribuite alla città di Lecco. Un’attività che deve assolutamente continuare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento