rotate-mobile
Cronaca

Incatenato fuori dall'Inps, il Sindaco di Pescate promette aiuto

Dante De Capitani ha incontrato Luigi Suriano: "Proverò ad aiutarlo, ma non dipende solo da me"

Si è incatenato fuori dalla sede Inps di Lecco perché non riesce a trovare un lavoro che gli permetta di raggiungere i due anni di contributi che gli mancano per arrivare alla pensione: mentre la sua protesta prosegue, Luigi Suriano, vercuraghese di 55 anni, ha trovato un alleato "istituzionale".

Si tratta di Dante De Capitani, Primo cittadino di Pescate, che ieri 22 ottobre si è recato a trovare il muratore incatenato: «Nella ricca provincia di Lecco succedono di queste cose, manco fossimo nelle zone più povere e degradate d'Italia - commenta il Sindaco -  mi fa specie vedere queste cose nelle zone in cui sono nato e vissuto, è questo che mi fa male». 

«Nel mio piccolo ho sempre cercato di evitare che queste cose succedessero ad un pescatese», spiega De Capitani, che ribadisce la volontà di contribuire a trovare una soluzione per Suriano: «Io non so se riuscirò ad aitare quel disoccupato, ci proverò ma non dipende solo da me».

Nel frattempo, da quando è iniziata la protesta, sono molti i cittadini che si sono recati a trovare l'operaio edile incatenato, fra loro anche alcuni esponenti politici di diversa appartenenza, che hanno voluto conoscere e discutere con Suriano della sua situazione. Finora, però, nessun imprenditore si sarebbe offerto di dare una occupazione al 55enne, che avrebbe scelto la strada dell'atto di protesta eclatante anche nella speranza che il titolare di qualche azienda del territorio potesse assumerlo per i due anni che mancano alla pensione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incatenato fuori dall'Inps, il Sindaco di Pescate promette aiuto

LeccoToday è in caricamento