menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il commosso addio a Marialuisa, prima vigilessa di Calolzio

Sabato i funerali di Simoncini, stroncata da un infarto a 65 anni. La donna, storica colonna del Comando e della Segreteria del municipio di piazza Veneto, abitava a Monte Marenzo. Molte le attestazioni di cordoglio

La Valle San Martino piange la scomparsa di Marialuisa Simoncini, stroncata da un infarto a 65 anni. Residente a Monte Marenzo con la famiglia, Simoncini era stata la prima vigilessa del comando di Calolziocorte. Dopo aver lavorato insieme agli agenti del nucleo storico cittadino, la donna era poi passata al settore Segreteria sempre del Comune di piazza Vittorio Veneto. In tanti, amici e collaboratori, la ricordano con affetto per la professionalità e la dedizione al lavoro.

Si è spento il sorriso di Ester, un simbolo di Monte Marenzo

I suoi funerali verranno celebrati domani, sabato 1° giugno alle ore 16, nella chiesa parrocchiale di Monte Marenzo. Molte le attestazioni di cordoglio espresse in queste ore di dolore ai famigliari di Marialuisa Simoncini, alla mamma Vanda, al figlio Samuel e al compagno Sergio. Tra queste quelle di Angelo Fontana della Polisportiva di Monte Marenzo, associazione con la quale l'ex vigilessa aveva collaborato. 

«La triste notizia della morte di Marialuisa Simoncini, colpita da un infarto la scorsa notte, ha scosso l'intera comunità di Monte Marenzo - commenta Fontana - Forte il dolore di amici e conoscenti per Luisa. Pochi giorni fa, in occasione della festa della Mamma, aveva preparato un rinfresco per festeggiare sua mamma, Vanda di 95 anni, premiata dall'Area sociale della nostra Polisportiva con un'azalea della ricerca per essere la donna più anziana di Monte Marenzo. Ci uniamo al dolore dei suoi cari e la ricorderemo sempre con affetto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento