Milano, addio all'architetto Gregotti: ridisegnò l'area ex Sae a Lecco

Aveva 92 anni ed era ricoverato per una polmonite da Coronavirus: i suoi lavori nel capoluogo lecchese tra gli anni Ottanta e Novanta

Vittorio Gregotti

È morto domenica mattina a Milano l'architetto urbanista Vittorio Gregotti. Aveva 92 anni ed era ricoverato per una polmonite. Anche sua moglie avrebbe contratto il Covid-19.

Nato a Novara nel 1927, si è laureato nel 1952 al Politecnico di Milano ed è stato docente ordinario di composizione architettonica all'Istituto universitario di architettura di Venezia.

Per la Triennale di Milano è stato responsabile della sezione introduttiva nel 1964; dal 1974 al 1976 è stato direttore delle arti visive ed architettura della Biennale di Venezia. Tra i suoi progetti spicca quello del quartiere Bicocca a Milano, una rivoluzione urbana per la città.

L'articolo completo su Milano Today

Gregotti ha realizzato alcuni lavori importanti anche nella città di Lecco: nel 1987 la trasformazione dell'area industriale ex Sae, dove nel 1992 ha disegnto residenza e uffici, l'anno successivo progetti di edilizia convenzionata e nel 1997 il centro commerciale con nuove unità residenziali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento