rotate-mobile
Cronaca

Lutto a Mandello: addio all'alpino Carlo Cameroni

Da sempre socio del Gruppo Ana del comune lariano, il classe 1935 era una penna bianca in virtù del suo grado di maggiore. "Un alpino serio e sempre disponibile", lo ricorda il presidente. Lunedì i funerali

Lutto a Mandello. Gli alpini piangono la perdita del socio Carlo Cameroni, classe 1935. "Ha posato lo zaino e terra ed è andato avanti" sono soliti dire nel loro gergo, quando salutano un socio che li lascia portando con sé pezzi di vita intrisa della grande umanità insita nelle Penne Nere.

Cameroni era una penna bianca, colore che contraddistingue i più elevati in grado, avendo acquisito quello di maggiore. In Friuli, Alto Adige, Piemonte e Valle d'Aosta le caserme in cui aveva svolto il servizio militare. All'Ana di Mandello, dove era iscritto e legato, abbiamo raccolto il ricordo espresso dal capogruppo Claudio Bianchi.

"Un onore averlo nel gruppo"

"Carlo era un alpino a tutto tondo, serio e sempre disponibile - sono le sue sentite parole - Il grado di ufficiale era per lui motivo di grande onore, quanto per noi l'averlo avuto nel gruppo. Aveva ricoperto il ruolo di consigliere, carica per cui fu molto ascoltato e apprezzato. Lo ricordo molto attivo nel periodo delle fasi che ci vide gemellati con la splendida dimora di Cisternino in Puglia. Contesto in cui lasciò un segno del suo impegno. Durante le celebrazioni del 95esimo di fondazione della nostra sezione, nonostante la malattia che lo aveva colpito e segnato costringendolo sulla sedia a rotelle, non aveva voluto mancare al corteo organizzato per l'evento. Lo vidi felice come un bambino per essere tornato con i suoi amati alpini. Addio Carlo, ci mancherai. Mancheranno i tuoi consigli con le tue critiche sempre costruttive. Oggi ci rimane il piacere di averti conosciuto e apprezzato nella condivisone dei momenti del nostro essere Alpini".

I funerali si svolgeranno lunedì 5 dicembre alle ore 11 alla chiesa del Sacro Cuore a Mandello del Lario. L'ultimo saluto, stretti nella vicinanza con la moglie Carmen Panizzi con cui era sposato dal 1968.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Carlo Cameroni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto a Mandello: addio all'alpino Carlo Cameroni

LeccoToday è in caricamento