Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Lutto nell'alpinismo: addio a Matteo Pasquetto, grande amico dei Ragni Lecco

Vittima di una caduta in un crepaccio durante la discesa dalla Cresta Reposoir. A inizio 2020 il viaggio in Patagonia con Matteo Della Bordella e il compianto Matteo Bernasconi

Maledetto il 2020 per i Ragni di Lecco, costretti a piangere un altro amico. L'alpinismo italiano è in lutto per la prematura scomparsa di Matteo Pasquetto, 25 anni, vittima di una fatale caduta in un crepaccio nella giornata di venerdì 7 agosto mentre affrontava la discesa della Cresta Reposoir, nel gruppo del Monte Bianco, con il presidente dei Ragni Matteo Della Bordella e l'altro Ragno Luca Moroni con cui aveva aperto la via sulla parete Est della Grandes Jorasses.

Tragedia in Valtellina: a soli 38 anni è morto il Ragno Matteo Bernasconi

Varesino di nascita, all'inizio del 2020 Pasquetto era tornato in Patagonia per affrontare la parete Est del Cerro Torre proprio con Della Bordella e con il compianto Matteo Bernasconi, amico e maglione rosso strappato alla vita a metà maggio da una valanga sul Pizzo del Diavolo.

Ragni: disperse sul Pizzo Badile le ceneri di Matteo Bernasconi

Tutti e tre insieme, a febbraio, erano saliti sull'Aguja Standhardt (nuova via "Il dado è tratto", parete Nord) e sull'Aguja Poincenot. Pasquetto era aspirante guida alpina e faceva parte, dopo averlo fondato con un gruppo di amici lecchesi, delle guide di "Oltrelaverticale".

Sabato, come hanno riportato i due compagni di Matteo all'Ansa, «Stavamo scendendo su un percorso facile, all'altezza dei Rochers del Reposoir. Pasquetto «si è sbilanciato su una pietra ed è precipitato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nell'alpinismo: addio a Matteo Pasquetto, grande amico dei Ragni Lecco

LeccoToday è in caricamento