menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Comi

Giuseppe Comi

Colto da malore durante una pedalata, falegname di Oggiono perde la vita

L'uomo è stato rianimato a lungo dai soccorritori, ma per lui non c'è stato nulla da fare

Si è sentito male mentre si trovava in sella alla sua bici, di rientro da una pedalata sul lago con un amico ciclista, ma il malore non gli ha lasciato scampo: non c'è stato niente da fare per Giuseppe Comi, artigiano oggionese.

L'uomo, 51 anni, è stato colto da un infarto mentre si trovata ad Abbadia Lariana intonro alle 11 di ieri 11 ottobre, dopo essere partito da casa la mattina per una pedalata sulle sponde del Lario. L'allarme al 112 è partito immediatamente, e sul posto sono arrivati i sanitari che hanno tentato, a lungo, di rianimarlo per portarlo in ospedale. I soccorsi, però, sono stati vani.

Comi, molto conosciuto a Oggiono, gestiva da anni la falegnameria fondata dal padre Carlo, laboratorio artigiano molto apprezzato nel comune brianzolo. I suoi funerali saranno celebrati mercoledì 14 ottobre alle ore 15, alla chiesa parrocchiale del paese. Lascia la moglie Lorenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento