menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto alla Malpensata, l'approvazione di Confcommercio

L'associazione dei commercianti plaude alla proposta di ApL: "Scelta prioritaria per lo sviluppo della città"

Plauso da Confcommercio per la decisione di Appello per lecco di riportare all’attenzione dell’agenda comunale il progetto dell’eco porto alla Malpensata: l’associazione dei commercianti ha espresso, tramite una nota, in cui esprime la propria soddisfazione per il ritorno alla ribalta di un tema importante come la riqualificazione del lungolago.

Una necessità che Confcommercio segnala da tempo a Palazzo Bovara, ragione per cui aveva incalzato il Comune quando si era trattato di redigere e approvare il nuovo Pgt, lo scorso anno, e non aveva mancato di sottolineare il valore del porto anche durante la campagna elettorale dei mesi scorsi, all’interno del Manifestgo presentato in vista delle elezioni amministrative 2015.

«Il porto rappresenta un punto fermo e una scelta prioritaria per lo sviluppo della città – spiega il presidente di Confcommercio Lecco, Peppino Ciresa – Da tempo insistiamo perché Lecco faccia finalmente qualcosa per dotarsi di uno strumento fondamentale per intraprendere la strada del turismo. Pur avendo diverse sensibilità su alcuni punti e pur preferendo per tutta una serie di motivazioni anche tecniche l’insediamento di un porto turistico alle Caviate, non possiamo che sostenere questa iniziativa di Appello per Lecco che ha l’obiettivo di valorizzare il nostro lago e le sue potenzialità turistiche. Pensare di riqualificare il lungolago fino alle Caviate, di ricavare moli di attracco e postazioni per il rimessaggio, di promuovere le iniziative sportive rappresenta un obiettivo ampiamente condivisibile. In questo modo sarebbe favorita Lecco e sarebbero messe in condizioni di operare al meglio anche le attività economiche, dai bar ai ristoranti, passando per chi vende articoli legati alla nautica o alla promozione del territorio. Ora il nostro auspicio è che si possa passare in tempi ragionevoli dalle parole ai fatti, con interventi concreti  capaci di fare lavorare fianco a fianco pubblico e privato. Come Confcommercio siamo stati, siamo e saremo pronti a fare la nostra parte con spirito costruttivo e voglia di fare insieme agli altri attori per contribuire a fare decollare finalmente la vocazione turistica di Lecco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento