rotate-mobile
Cronaca Alto e Basso Lago / Strada Provinciale 72

Maltempo, monitorato il Varrone. Preoccupa l'acqua dalle montagne

Le forti piogge abbattutesi nella giornata di lunedì hanno fatto scattare l'allerta. Sul posto, a Dervio, la Protezione civile. Interventi sulla SP72 e sulla SP67 per le vallette intasate a bordo carreggiata

Maltempo, occhi puntati sul torrente Varrone e sulle numerose vallette che scendono a valle verso le strade provinciali dell'Altolago. Le forti piogge abbattutesi nel corso della giornata di lunedì (a Dervio, alle 12.34, erano già caduti 27,3 mm - fonte Centro meteo lombardo) sul territorio hanno causato più di un problema e fatto innalzare in maniera notevole l'asticella dell'attenzione. L'allerta per rischio idraulico e idrogeologico è in vigore sino alla mezzanotte. Il meteo, nelle prossime ore, dovrebbe quantomeno garantire maggiore stabilità e la fine delle precipitazioni.

A Dervio, ha fatto sapere il sindaco Stefano Cassinelli nel tardo pomeriggio, "il livello del Varrone si è alzato molto rapidamente. Alla diga di Pagnona hanno verificato un passaggio di 50 metri cubi di acqua al secondo, ma nel tardo pomeriggio la situazione si è tranquillizata. La Protezione civile sta monitorando, abbiamo comunque preparato l'escavatore per sbloccare eventuali tronchi che possono incastrarsi sotto il ponte, come accaduto nel 2019. La situazione sembra sotto controllo, dipenderà dalle eventuali precipitazioni delle prossime ore".

Sia sulla SP67 sia sulla SP72 l'ingente quantità di acqua caduta dalla montagna, come si può vedere nel video (sotto), ha intasato le vallette a lato della carreggiata in diversi punti e si è reso necessario l'intervento delle forze di soccorso per mettere in sicurezza i tratti interessati. "Per ora non si segnala nessuna situazione critica, stiamo tenendo monitorata la situazione" ha dichiarato Antonio Rusconi, sindaco di Bellano.

Aggiornamento delle 22.30

Situazione sotto controllo. Il Varrone si trova a circa 80 centimetri dalla possibile quota di esondazione in via Greppi. "Martedì saranno eseguite le verifiche per capire eventuali danni ai cantieri per le briglie di sicurezza che sono in corso di realizzazione nella parte alta del paese, i cui lavori dovrebbero concludersi per dicembre - spiega Cassinelli - Ancora una volta il problema principale sono i tronchi che arrivano dalla valle e che evitiamo ostruiscano il ponte della ferrovia posizionando un mezzo per rimuoverli. Particolari problemi si sono creati alla Sedeia e nell'altra valletta lungo via Duca d'Aosta, dove la bomba d'acqua ha portato a valle moltissimo materiale. Ringraziamo tutta la macchina dell'emergenza, partendo dalla Protezione civile e dai Vigili del fuoco, oltre che tutte le altre componenti".

La spaventosa forza dell'acqua a Dervio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, monitorato il Varrone. Preoccupa l'acqua dalle montagne

LeccoToday è in caricamento