Maltempo, tra lunedì e martedì oltre 150 emergenze per i Vigili del fuoco

Le prime stime: circa il 70% degli interventi per rimuovere alberi e piante sradicate da pioggia e dal vento record. Una trentina quelli ancora in corso. Nuovi smottamenti a Galbiate e Vendrogno

Alberi tagliati a bordo strada in Viale Tonale

La quiete dopo la tempesta ancora non c'è. L'eco del terribile lunedì di maltempo abbattutosi anche sul territorio lecchese non si è ancora spenta. La notte scorsa, e la mattinata di martedì, hanno costretto e costringono ancora i Vigili del fuoco del Comando di Lecco e i volontari di Protezione civile a un lavoro straordinario per porre rimendio ai danni causati dalle piogge torrenziali e dal vento che nelle ore scorse ha soffiato a velocità record (a Dervio sono state registrate folate a oltre 100 km/h).

Foto | Nubifragio a Lecco: strade allagate e alberi in strada

Non è ancora possibile tracciare un bilancio definitivo dei danni prodotti, ma dalla sede centrale dei Vigili del fuoco indicano 150 interventi nella serata di lunedì e una trentina ancora in corso. La lista, però, è tristemente destinata ad allungarsi, essendo i centralini della sede operativa di Piazza Bione tuttora "roventi". «Facciamo fatica a rispondere a tutte le richieste» spiegano dai Vigili del fuoco, chiamati ancora una volta a offrire alla comunità un contributo senza eguali.

(Foto Matteo Bonacina, arrivate in redazione e dal web)

Di questi centinaia di interventi, si stima che il 70% sia costituito dalla rimozione di piante e alberi sradicati dalla pioggia e soprattutto dal vento. Sin dalle prime ore del mattino questo imponente lavoro è sotto gli occhi di tutti: in molti punti le piante sono state tagliate, messe in sicurezza e lasciate ai bordi delle strade in attesa di essere rimosse (nella foto in Viale Tonale a Lecco).

Non sono mancati, tuttavia, allagamenti (a Olginate è accaduto all'interno del palazzetto dello sport), nella notte si sono verificate altre frane e smottamenti. In questo momento vengono segnalati due episodi a Galbiate, sulla strada per Vignola, e a Vendrogno. In diverse zone la furia del vento ha sradicato porzioni di tetti dalla abitazioni; in tarda serata a Lecco, in Via Azzone Visconti, una gru si è abbattuta su una palazzina. Per fortuna, oltre ai danni materiali non si sono registrate conseguenze per le persone: in mattinata hanno avuto inizio le operazioni di rimozione. Alcune strade continuano a essere chiuse per impraticabilità, ad esempio quella per la Rocca a Valmadrera e Viale Italia a Malgrate.

Prosegue l'allerta per rischio idrogeologico

L'aggiornamento delle allerte della Protezione civile di Regione Lombardia per la giornata di oggi: continua nella nostra zona (Lario e Prealpi) il codice rosso (elevato) per rischio idrogeologico, mentre è arancione (moderato) quello idraulico. Codice arancione anche per il vento forte mentre è scongiurato - almeno per oggi (codice verde, assente) - il rischio di temporali forti.

Il meteo, purtroppo, prevede una ripresa delle precipitazioni mercoledì, pur essendo improbabile il ripetersi di eventi eccezionali come quelli del 29 ottobre 2018: una data che purtroppo ricorderemo a lungo.

Torrenti nel Lecchese sopra il livello di guardia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento