Mercoledì, 22 Settembre 2021

Maltempo: frana a Premana, allagamenti nel territorio. Torrenti sotto osservazione

Una decina di interventi per i Vigili del fuoco del comando provinciale, colpite Valsassina e Altolago. A Dervio rimossi alberi dal Varrone. Allerta per temporali fino a mercoledì mattina

Una giornata segnata dal maltempo, anche se per fortuna il Lecchese è stato risparmiato dalla violenza del clima, che a pochi chilometri di distanza, nel Comasco, ha prodotto danni ingenti.

L'evento più grave si è verificato a Premana, in Via Roma, dove si è registrata una frana di piccole dimensioni: il materiale si è staccato dal versante e ha occupato la sede stradale in prossimità dell'incrocio con la Provinciale 67. Nessuna persona è rimasta coinvolta.

Il maltempo “ha cancellato il lavoro di un anno intero in pochi minuti”

Nel nostro territorio, fra la notte scorsa e la mattinata di martedì, si sono verificati principalmente allagamenti, in particolare in sottopassi e in gallerie (disagi nell'Attraversamento di Lecco e soprattutto nella galleria di raccordo ad Abbadia tra la SP72 la SS36). I Vigili del fuoco del comando provinciale sono stati impegnati in tutto in una decina di interventi, anche per taglio alberi pericolanti e piccoli smottamenti, distribuiti tra la Valsassina (Pasturo e Introbio) e l'Altolago (Lierna, Dervio e Tremenico).

Dervio: evitata la formazione di una "diga"

Allertati i gruppi di Protezione civile comunali, vengono costantemente monitorati i torrenti ingrossati dalle forti piogge, come il Meria a Mandello (nelle foto in basso) e il Varrone a Dervio. "Dall'ottobre scorso avevo fatto posizionare un camion con il "ragno" per intervenire subito sul Varrone e impedire che alberi e materiale di riporto possano formare una "diga" - spiega il sindaco di Dervio Stefano Cassinelli - Anche nelle scorse ore il mezzo è entrato in funzione (come si può vedere nel video, ndr) ma ora l'emergenza è rientrata. Posso affermare che questo sistema di intervento immediato funziona".

Le previsioni meteo per le prossime ore, tuttavia, non sono positive: la sede operativa della Protezione civile regionale ha confermato l'allerta di colore arancione (criticità moderata) per rischio idrogeologico e temporali forti, attesi fino alle 8 di mercoledì mattina. È stata attivata presso la Prefettura di Lecco la sala operativa di Protezione civile per la gestione delle criticità in corso sul territorio provinciale.

Meria ingrossato 27 07 21 (1)-2

Le allerte in vigore

• Fino alle ore 8 di mercoledì 28 luglio 2021 è confermata l'allerta per rischio temporali forti di livello moderato (codice arancione: attenzione) 

• Dalle ore 14 di lunedì 26 luglio 2021 fino al prossimo aggiornamento allerta per rischio idrogeologico di livello moderato (codice arancione: attenzione)

nell'area omogenea IM-05 (Lario e Prealpi occidentali: province di Bergamo, Como e Lecco).

L'evoluzione meteo

Nelle ore pomeridiane precipitazioni diffuse a carattere temporalesco con media e alta probabilità di eventi severi; nel corso della serata fenomeni in attenuazione e progressivo esaurimento sulla bassa pianura, possibili persistenti, sebbene in indebolimento, sui rilievi alpini, mentre sui settori pedemontani e prealpini e dell'alta pianura occidentale insisteranno fin alla fine della giornata e si estenderanno anche nella notte di domani.

Per la giornata di domani 28/07 permangono condizioni instabili fino alle prime ore pomeridiane, con precipitazioni a carattere temporalesco più intense e organizzate tra notte e mattino e con maggior interessamento dei rilievi prealpini, pedemontani e della pianura occidentale, poco probabili sui settori della bassa pianura e Appennino; tra tarda mattinata e primo pomeriggio fenomeni in progressiva attenuazione ed esaurimento ovunque.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Maltempo: frana a Premana, allagamenti nel territorio. Torrenti sotto osservazione

LeccoToday è in caricamento