Giovedì, 23 Settembre 2021

Dervio: dopo il maltempo, la conta dei danni. "Evitati guai peggiori"

Il camion con il "ragno" ha rimosso alberi e detriti impedendo l'esondazione del Varrone. Il sindaco Cassinelli: "Crollate le controsoffittature nel seminterrato del Municipio, caduti alcuni argini"

Il giorno dopo, a Dervio, si provvede alla conta dei danni, con la consapevolezza di avere evitato conseguenze ben peggiori. Il Varrone, ingrossato dalle piogge incessanti, è rimasto entro gli argini per poco, come del resto il Pioverna a Bellano, con i fari puntati sulla diga di Pagnona, dove per fortuna si è scongiurato il pericolo di esondazione.

Nella serata di mercoledì il sindaco Stefano Cassinelli ha ordinato in via precauzionale lo sgombero del campeggio di Dervio: i 120 sfollati sono stati sistemati in oratorio, mentre il rientro nei loro alloggi è avvenuto soltanto dopo la mezzanotte.

Dervio maltempo 04 08 21 (1)-2

Ancora una volta, come settimana scorsa, ha funzionato il sistema di protezione ideato dopo l'alluvione del 2019. "Se un paio di alberi di grosse dimensioni si incastrano sotto il ponte sul Varrone si può ricreare la situazione che si è creata nel 2019 - spiega Cassinelli - La soluzione del camion con il ragno per rimuovere alberi e detriti dal letto del torrente è funzionale, ha un costo ma dobbiamo adottarla perché serve a prevenire disastri".

Le piogge, a Dervio, hanno causato solo danni di piccole dimensioni. "Sono crollate le controsoffittature nel seminterrato del Municipio - prosegue il sindaco - Questa mattina (giovedì, ndr) siamo andati al Varrone per le verifiche: alcuni argini sono caduti e la zona di una cascata è danneggiata perché il fiume ha cambiato corso; non rappresenta un pericolo ma andrà sistemata. Per fortuna le persone sfollate, 120, sono rientrate a mezzanotte di mercoledì. Stiamo compilando le schede Rasda (Racconta schede danni, ndr) per risolvere i danni che ci sono stati".

Si parla di

Video popolari

Dervio: dopo il maltempo, la conta dei danni. "Evitati guai peggiori"

LeccoToday è in caricamento