Maltempo a Casargo, il Governo dichiara lo stato di emergenza

La delibera è stata approvata nella serata di mercoledì 6 novembre dal Consiglio dei ministri: i cittadini potranno accedere ai rimborsi per i danni alle proprietà private

Il Governo dichiara lo stato di emergenza per il comune di Casargo. La delibera è stata approvata nella serata di mercoledì 6 novembre e rappresenta un punto fondamentale per i cittadini casarghesi che, nelle prime due settimane di agosto, furono colpiti da un'eccezionale ondata di maltempo. L'estensione dello stato di emergenza permetterà loro di accedere ai rimborsi per i danni alle proprietà private.

Casargo, nella notte 200 sfollati trasferiti alla casa alberghiera

La situazione precipitò nella serata dello scorso 7 agosto, a causa delle abbondanti precipitazioni abbattutesi sull'alta Valsassina: la pioggia fece straripare diversi torrenti portando nelle strade - e nelle abitazioni - fango e detriti, costringendo il sindaco Antonio Pasquini e la sua Amministrazione a fare evacuare circa 200 abitanti.

Interessati anche altri comuni del Nord Italia

Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio del comune di Formazza, in provincia di Verbano-Cusio-Ossola; Inoltre il cdm ha deciso «l'estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottata con delibera del 1° luglio 2019, in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati, nei giorni 25 e 26 luglio 2019, nel territorio del comune di Grosio (Sondrio) e, nei giorni dal 31 luglio al 12 agosto 2019, nel territorio dei comuni di Ono San Pietro e Cerveno (Brescia) e Casargo (Lecco)».

Pasquini: «Ora gli interventi di messa in sicurezza»

Il sindaco di Casargo Antonio Pasquini ha commentato la delibera con queste parole: «Con questo provvedimento tanto atteso - dichiara - possiamo cominciare a programmare i necessari interventi di messa in sicurezza del territorio e dare qualche certezza ai privati che hanno subito ingenti danni negli eventi alluvionali del 1 e 6 agosto. Non posso che ringraziare il capo del dipartimento nazionale di protezione civile Angelo Borrelli con la sua struttura, l'assessore Foroni con i suoi collaboratori, il consigliere regionale Mauro Piazza e tutti i parlamentari del territorio in particolare del Senatore Arrigoni, per l'impegno profuso in questi mesi al fine mettere in campo importanti interventi per scongiurare eventi come quelli che si sono verificati nella scorsa estate. La fragilità e la vulnerabilità del territorio della Alta Valsassina necessitano di uno sforzo sinergico da parte del livello regionale e nazionale per realizzare importanti opere di ingegneria per il consolidamento dei pendii instabili, per la totale messa in sicurezza di edifici strategici come la scuola primaria di Casargo e per opere di regimazione di tutti i corsi d'acqua che attraversano la valle di Casargo.Non sarà un lavoro facile e immediato ma stiamo andando nella direzione giusta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

  • «Addio cara mamma, sei stata una donna fortissima»

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla Provinciale: morto un lecchese di 26 anni

  • I pendolari Trenord lanciano il loro "sciopero": «Un mese tutti senza biglietti e abbonamenti»

  • Elaborazioni, pneumatici, scarichi: a Lecco è scoppiata la passione per il "tuning"

  • Lurago D'Erba: incidente mortale, muore una donna di Brivio

Torna su
LeccoToday è in caricamento