menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Chiusura strada sul Lago di Annone

Chiusura strada sul Lago di Annone

Maltempo, il giorno dopo

In un comunicato della Regione la Protezione Civile aggiorna sulla situazione post-maltempo nel Lecchese e in Lombardia.

"Così talvolta il Sol, poichè di Giove / tacquerono i lampi procellosi e i tuoni, / delle nuvole straccia il fosco velo, / e più bella che pria mostra la fronte/ che tutto allegra di suo riso il mondo". I versi di Vincenzo Monti sembrano davvero cantare il riapparire del sole nel cielo lecchese. Una tregua alle precipitazioni, all'emergenza dei soccorsi, all'ansia di monitorare millimetro per millimetro l'innalzamento del livello di laghi, fiumi e torrenti. Ma è anche una tregua dal volto stremato e sofferto, che da una parte assume i lineamenti della fatica di chi si trova nella condizione di contare i danni e dall'altra prende le pieghe del dolore di chi, come nel Varesotto e a Genova, deve piangere l'ennesimo morto.

La Protezione Civile di Regione Lombardia ha diramato un comunicato stampa che aggiorna sulla situazione alle 13:30 sul territorio regionale. In provincia di Bergamo è stato interdetto il transito sulla passerella pedonale sul fiume Adda nel comune di Fara Gera d'Adda; nel Comasco il "grande" monitorato è il lago di Pusiano, che dalle 13 ha ripreso ad aumentare di livello; in provincia di Mantova i Comuni sul Po e i volontari stanno vigilando sulle arginature maestre; nel Pavese si segnalano le esondazioni dei torrenti Staffora, Versa, Curone e Scuropasso.

Per quanto riguarda la situazione in provincia di Milano, RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha comunicato che ci vorrà una settimana per ripristinare l'apparato di circolazione allo scalo di Melzo. Al momento sono garantiti otto treni all'ora sulla tratta Milano-Brescia, mentre per la tratta Milano-Bergamo i treni garantiti sono 1 su 5. A Milano città il livello dei corsi d'acqua è in veloce crescita a fronte delle continue precipitazione, anche se al momento non si segnalano problemi alla viabilità nè esondazioni. I volontari della Protezione Civile sono impegnati presso i comuni di Pioltello, Segrate e Cernusco sul Naviglio a tenere sotto stretta osservazione il Lambro.

Il comunicato della sede regionale della Protezione civile descrive la situazione attuale nella provincia di Lecco: a Montevecchia "i Vigili del fuoco, il gruppo comunale della Protezione Civile e il sindaco, Sandro Capra, stanno tenendo sotto controllo uno smottamento di circa 10 mc in prossimità di un'abitazione", mentre a Rogeno "le rogge non riescono più a scaricare e vi sono allagamenti in corso, gestiti con sacchi di sabbia da volontari della protezione civile; il sindaco, Antonio Martone, è sul posto per coordinare le operazioni".

"Ad Oggiono -prosegue il comunicato- una frana nella valle del torrente Bomboldo ha strappato il collettore delle fognature a servizio della municipalità di Imberido. Le fognature stanno scaricando direttamente nel torrente e nel lago di Annone. Sul posto funzionari del Comune di Oggiono e la Polizia locale. La valle è inaccessibile e si sta valutando la chiusura della SP49". Si segnala anche che lungo la ss36 l'entrata da Como per Lecco è chiusa e bisogna passare per Annone.

"A Cortenova è stata attivata l'UCL del Comune per il controllo della situazione relativa al noto dissesto della Valle Rossiga in frazione Bindo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento