Cronaca Via Leonardo Da Vinci

Assembramenti di giovani senza mascherina fuori dai locali, il sindaco di Mandello: «Comportamento criminale»

Episodi sempre più frequenti nonostante gli interventi di Polizia locale e Carabinieri. Fasoli: «Capisco il loro disagio, ma così creano rischi per la salute pubblica»

La piazza del Municipio a Mandello

A Mandello crescono i casi di positività al covid, ma soprattutto il malcostume dei ragazzi che si riuniscono in gruppo, creando pericolosi assembramenti, fuori dai locali per consumare bevande e alcolici (con i relativi rifiuti che, spesso, vengono lasciati in strada).

I casi si sono susseguiti nelle ultime settimane: assembramenti di giovani, senza mascherina, si verificano più volte durante il giorno sia nei pressi del Municipio sia in altre zone del paese, ad esempio nel parcheggio camper nei pressi della Provinciale 72. In più casi, su segnalazione della cittadinanza, si è reso necessario l'intervento delle forze dell'ordine.

«Cerco di parlare ai ragazzi»

«Abbiamo condotto alcuni interventi di concerto tra Polizia locale e Carabinieri - spiega il sindaco Riccardo Fasoli - perché i vigili da soli fanno fatica. Purtroppo mi spiace constatare che la gente pretende sempre il loro intervento, ma poi di rispetto ne vedo ben poco. Io stesso in questi giorni sto cercando di parlare ai ragazzi, richiamandoli al senso di responsabilità in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo, e devo ammettere che in parte mi ascoltano».

Fasoli è diviso: mostra comprensione verso i più giovani, ma al contempo deve fare rispettare le regole. «So benissimo quanta sofferenza e disagio stanno vivendo a causa dell'emergenza covid, perché a quell'età essere costretti a rinunce per un periodo così lungo, spesso rinchiusi in casa, non è semplice». Il problema, infatti, si è acuito nelle ultime settimane, in concomitanza con il ritorno della Lombardia in zona rossa e arancione.

Trasporto pubblico locale, allo studio soluzioni per gli studenti del lago

«Un conto è capire i ragazzi - continua il sindaco - un altro è comportarsi in maniera criminale. Perché fare gruppo senza mascherina, fino a venti soggetti alla volta, in un momento come questo è da criminali. I giovani magari non si ammalano o restano asintomatici, sappiamo però che possono portare il covid a casa e mettere a rischio la salute dei propri famigliari. Abbiamo già visto troppe situazioni simili a Mandello».

I controlli per arginare il malcostume proseguiranno nelle prossime settimane e vedranno sempre impegnati Polizia locale e Carabinieri. «Cerchiamo anche di richiamare i commercianti all'ordine, perché è vietato far sostare i clienti fuori dal locale con la consumazione. Nessuno vuole puntare l'indice contro di loro, siamo consci delle difficoltà che hanno patito con le chiusure, ma dobbiamo fare rispettare le regole per una questione di salute pubblica».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti di giovani senza mascherina fuori dai locali, il sindaco di Mandello: «Comportamento criminale»

LeccoToday è in caricamento