Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Il rieletto primo cittadino mandellese commenta così il foglio apparso fuori dal Municipio: «Spero che non siano persone candidate, ma solo poveretti. La gente ci ha premiato con altri cinque anni»

Il manifesto contro Fasoli comparso a Mandello

La campagna elettorale, a Mandello, sembra lungi dall'essere conclusa anche se sono trascorsi sette giorni dal risultato delle urne, che hanno decretato la netta affermazione (col 68%) del sindaco uscente Riccardo Fasoli.

Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Nei giorni scorsi, su un palo davanti al Municipio, dall'ingresso laterale posto su Via Manzoni, è spuntato infatti un foglio polemico, dall'autore anonimo, che accusa Fasoli di non avere mantenuto le promesse elettorali del suo primo mandato, con un'eloquente immagine di Pinocchio al posto del suo volto in un recente manifesto elettorale.

«Candidato al premio Collodi anno 2020 in quanto non ha realizzato alcun progetto di quelli da lui previsti - si legge nel testo del volantino - Ma vi siete accorti? No, eh! L'avete solo votato e vi ha proprio turlupinato! Andate a vedere il suo programma 2015-2020».

Mandello, proclamazione a sindaco: inizia il Riccardo Fasoli bis

Fasoli, dal canto suo, ha preso la vicenda con autoironia, pubblicando un post sulla propria pagina Facebook: «Abbiamo un nuovo addetto alla comunicazione - ha scritto - Dategli retta, andate a vedere quanto è stato fatto! Certo, non tutto, ma ci avete premiato con altri cinque anni di tempo».

Da noi contattato per un commento sulla vicenda, il sindaco ha aggiunto: «Credo e spero vivamente che non siano persone che sono state candidate alle recenti elezioni, anche perché i mandellesi si sono espressi e abbiamo visto tutti come è finita - spiega Fasoli - Personalmente credo che si commenti da solo, sono dei poveretti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

  • Titolare senza mascherina, clienti all'interno: chiuso bar di Oliveto Lario

Torna su
LeccoToday è in caricamento