Il commosso addio all'alpino Franco Raffaldi

Il canto “Signore delle cime”, la preghiera dell'Alpino, i momenti significativi dell'appartenenza alle Penne Nere nel giorno dell'ultimo saluto tributato nella sua Mandello

Un momento dei funerali di Franco Raffaldi, 95 anni.

Il canto “Signore delle cime”, la preghiera dell'Alpino, i momenti salienti significativi dell'appartenenza alle Penne Nere nel giorno dell'ultimo saluto a Franco Raffaldi. Si è tenuta ieri nella chiesa di San Zeno a Mandello la messa funebre presieduta da don Ambrogio Balatti, concelebrata con don Vittorio Bianchi. Anche l'ex parroco di Abbadia Lariana, ora a Visgnola di Bellagio, ha voluto essere presente per accompagnare il mandellese che a 95 anni di età lascia dietro di se una storia vissuta nel periodo bellico in terra germanica. Al reduce e decano del Gruppo il saluto del presidente dell'Ana lecchese, Marco Magni letto a margine della messa. «Franco è in partenza per il Paradiso di Cantore dove incontrerà i suoi compagni di naja, dove organizzeranno una grande Festa. Non lasciarci Franco, ancora una volta, consegna a tutti noi un compito importante e sacrosanto, quello di non perdere mai di vista il nostro essere alpini. Nella vita di tutti i giorni come lo è stato lui, lui che ha sofferto, lui che ci ha trasmesso i valori veri che la persona umana deve mettere in pratica nella vita. Ti chiediamo pertanto Signore di chiamare Franco a lavorare nella tua vigna, sicuro che ti dirà ancora una volta Signorsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parole toccanti come quelle riferite nell'omelia tenuta da don Vittorio: «Quando sono andato in ospedale a portare la mia benedizione mi ha chiesto il suo cappello d'alpino». Il simbolo di un trascorso che Raffaldi ha portato alla conoscenza dei giovani studenti, finalizzato ad un rifiuto delle guerre portatrici di odio e morte. Dalla chiesa si è formato il corteo. La salma portata a spalla dagli alpini ha raggiunto il vicino cimitero, da dove nella giornata di oggi, sabato, proseguirà per la cremazione come da volontà dell'estinto. Alla cerimonia funebre ha voluto essere presente anche il  sindaco di Mandello Riccardo Fasoli. (Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento