menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mandello, progressi per la nuova raccolta rifiuti. Ma a breve scattano le multe

Il sindaco Riccardo Fasoli: «Dopo due settimane problematiche, la situazione si è stabilizzata. Serve maggiore attenzione al secco e all'indifferenziata».

A breve arriveranno le prime multe. Ma la Tari non aumenterà, e l'obiettivo è riuscire ad abbassarla nel 2019. A Mandello, dopo qualche settimana di naturale assestamento, la nuova raccolta rifiuti comincia a dare i primi riscontri positivi. Anche se «serve maggiore cura nell'allestimento del sacco viola e dell'indifferenziata».

Il sindaco Riccardo Fasoli sintetizza così il primo mese di sperimentazione del rinnovato servizio, che ha visto l'introduzione del bidone giallo per la carta e il conseguente adeguamento del viola per la frazione secca, ma anche la cancellazione del ritiro dell'indifferenziata al giovedì.

«Le prime due settimane sono state complicate», spiega il primo cittadino, «ma a differenza di quanto molti pensano, il "giallo" non è stato un problema. Le difficoltà si sono registrate sul "viola", perché anche in presenza di poca carta non è possibile ritirarlo. Le strade si sono così riempite di sacchi e c'è stata qualche polemica, ma gli addetti non possono raccoglierli in presenza di errori. In questa fase è necessario "educare" i cittadini a una differenziata corretta, e devo dire che la situazione dopo un mese è migliorata. Prima di introdurre queste nuove modalità c'era maggiore tolleranza, mentre a breve inizieremo a emettere sanzioni. Registriamo inoltre un sensibile incremento dell'umido. Attendiamo i dai ufficiali».

Come accaduto in altri comuni del territorio, l'introduzione del bidone giallo ha un po' spiazzato. Molti erano convinti di effettuare già una buona differenziata, mentre invece commettevano errori grossolani, soprattutto nel sacco della frazione residua. «Tante persone ritengono che il problema sia risolto quando lasciano i sacchi per strada  - prosegue Fasoli - ma non sanno che invece comincia proprio in quel momento. Basti pensare che la raccolta rifiuti impegna circa un milione su sette nel Bilancio del Comune. E il valore ambientale è enorme, qualcosa che non percepiremo noi ma le generazioni future».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento