menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia in alta quota, Mario Castiglioni tra i morti in Svizzera: scrisse libro sulle montagne lecchesi

Noto per avere fondato i negozi Montagna Sport, abitava in Canton Ticino con la moglie, anch'essa deceduta, e aveva scritto parecchi volumi sulle montagne lecchesi

Mario Castiglioni, comasco di 59 anni, è morto insieme alla moglie Kalina Damyanova nella tragedia avvenuta nel Canton Vallese, nella zona della Pigna d'Arolla (Svizzera). Con lui sono morte altre quattro persone, tra cui tre italiani della provincia di Bolzano: Marcello Alberti, 53 anni, sua moglie Gabriella Bernardi di 52 anni ed Elisabetta Paolucci di 44 anni, insegnante di scuola superiore ed esperta alpinista.

Anche Castiglioni era esperto di alpinismo, tanto è vero che era una guida molto nota nel mondo del Cai. Era conosciuto in città anche per avere fondato i negozi "Montagna Sport". Nel 1988 aveva scritto il libro "Arrampicare in Brianza", in cui figuravano anche alcune falesie del Lecchese.

Tutte le vittime facevano parte di una spedizione che avrebbe dovuto raggiungere Cabane des Vignettes a quota 3.160 metri. Lungo il percorso il gruppo è stato sorpreso da una bufera con neve e venti a quasi 80 chilometri all'ora. La spedizione si è dovuta fermare per trascorrere la notte. A nulla è valso l'allarme lanciato. Quando i soccorritori sono riusciti a raggiungere gli escursionisti nella mattinata di lunedì 30 aprile 2018 alcuni di loro erano già in gravi condizioni a causa dell'assideramento. 

La notizia su QuiComo.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento