menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mario Trovato a Lecco per il processo sulla patente "falsata"

Il fratello del superboss, detenuto a Tolmezzo, è tornato in città per difendersi dall'accusa di aver falsificato il tagliando di proroga della patente.

Torna a Lecco Mario Trovato: portato al tribunale di corso Promessi Sposi dal carcere di Tolmezzo (Ud) dove è detenuto, il fratello del superboss Franco Coco Trovato si è presentato ieri 8 ottobre in aula per rispondere all'imputazione per falsità materiale.


Nel 2011, prima che l'inchiesta Metastasi portasse al suo arresto e alla detenzione nel carcere friulano, Mario Trovato era stato fermato dalla Polstrada mentre percorreva la statale 36 tra Lecco e Civate: controllando i documenti, gli agenti avevano notato una presunta alterazione del tagliando di proroga di validità della sua patente di guida.


Durante l'udienza il suo difensore Marcello Perillo ha chiesto di procedere con il rito abbreviato, richiesta che il giudice ha accolto.


Trovato, quindi, tornerà in aula il 14 gennaio 2015: nel frattempo inizierà a Milano il processo per Metastasi, nel quale è imputato per associazione per delinquere di stampo mafioso: l'uomo è ritenuto dagli inquirenti il reggente della "locale" 'ndranghetista lecchese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento