menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due anni e pena sospesa all'uomo che investì Matteo La Nasa

Ieri la sentenza del tribunale, che ha accolto la richiesta di patteggiamento. La rabbia della madre di Matteo: "È libero di uccidere ancora".

Due anni e pena sospesa: questa la pena patteggiata dal lecchese che nel luglio 2010 investì, fuori da un bar di Versasio, Matteo La Nasa, 18enne di Burago Molgora (Mb) che morì nel novembre 2011 dopo più di un anno in coma.


Ancora prima che il giudice finisse la lettura della sentenza è scoppiata la rabbia della famiglia di Matteo; l'imputato è stato fatto uscire dal tribunale dalle scale di sicurezza.


 La mamma di Matteo, Croce Castiglia, affida anche ai social network il suo grido di rabbia e dolore: sulla sua pagina facebook si legge "La giustizia italiana ha dato il suo verdetto, in nome del popolo italiano Davide Vassena di Maggianico è innocente e libero... di ammazzare ancora"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento