menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cassazione ha deciso, revocati i domiciliari per Mauro Lovisari

Accolto il ricorso dei difensori del Direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Lecco

Niente domiciliari per Mauro Lovisari, Direttore generale dell'Azienda ospedaliera lecchese accusato di turbativa d'asta e attualmente sospeso dal suo incarico.

Lo ha deciso la Corte di cassazione, dopo il ricorso presentato dalla difesa di Lovisari, con una sentenza arrivata nella notte fra ieri 22 e oggi 23 gennaio, annullando l'ordinanza presentata dai pm Gittardi e D'Alessio e rinviando il caso al Tribunale del riesame di Milano.
 

Lovisari, ai domiciliari dallo scorso luglio, è accusato di turbativa d'asta per la gara d'appalto del servizio lavanderia dell'Azienda ospedaliera, a seguito di un'inchiesta portata avanti dalla Guardia di finanza milanese su alcuni appalti per Expo 2015 e per la Cittadella della salute di Sesto San Giovanni. Per conoscere le motivazioni della sentenza che sospende i domiciliari bisognerà aspettare un mese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento