menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Policlinico San Pietro, dove fu trovato Pjeter Tuci (foto Google)

Il Policlinico San Pietro, dove fu trovato Pjeter Tuci (foto Google)

Faceva parte della "banda delle spaccate", morto giovane albanese

Il ventunenne era precipitato dal terzo piano di un condominio durante un tentativo di furto a Mapello

Faceva parte della "banda delle spaccate" composta da cittadini albanesi sgominata lo scorso 8 dicembre dai carabinieri di Merate: assieme ai compari e allo zio  Gjovalin Gjoka, arrestato la mattina dell'Immacolata, avrebbe contribuito a mettere a segno una serie di furti ai danni di abitazioni private e negozi. Ed è stato proprio uno di quei furti ad essergli fatale.
 

Pjeter Tuci, 21enne domiciliato a Osio Sotto (Bg) ma senza fissa dimora, lo scorso 3 ottobre aveva tentato di introdursi in un appartamento di Mapello, assieme a due complici: per raggiungere il terzo piano del condominio si era arrampicato sulla grondaia e poi al davanzale di muratura, che si era sbriciolato sotto le sue dita, facendolo precipitare nel vuoto per circa 12 metri.

Dopo oltre due mesi di coma vegetativo, il 21enne è deceduto in ospedale lunedì 15 dicembre: a riportare la notizia è l'Eco di Bergamo, che racconta anche come il giovane sia stato trovato già in stato di incoscienza, abbandonato lì dai due complici fuori dal Pronto soccorso del Policlinico di Ponte San Pietro, ed è stato in seguito trasportato all'ospedale Manzoni. Lunedì i medici hanno tentato l'intervento chirurgico, ma per lui non c'è stato nulla da fare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento