Terrorismo, espulso estremista residente nel Meratese

Sul suo profilo Facebook pubblicava contenuti inneggianti all'ideologia jihadista, mentre il fratello era fuggito dall'Italia per combattere con l'Isis

Militanti Isis (Repertorio)

Sul suo profilo Facebook pubblicava frasi e contenuti inneggianti al martirio e all'ideologia jihadista, mentre il fratello era fuggito dall'Italia per combattere in Siria a fianco del Califfato islamico: due elementi che, con l'allerta terrorismo ai massimi livelli, sarebbero bastati a far scattare il provvedimento di espulsione nei confronti di un ventenne tunisino residente nel Meratese.

Il decreto, emanato dal Ministero dell'interno e convalidato dal Giudice di pace di Lecco, stando a quanto riporta La Provincia è stato attuato nei primi giorni di dicembre.

Il giovane estremista, da tempo seguito dalla Digos, è stato accompagnato in aeroporto e imbarcato per la Tunisia. Per i prossimi 15 anni non potrà più tornare in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Dopo oltre un anno il Ponte San Michele riapre al traffico veicolare

  • Aggiudicati all'asta altri due beni immobili di proprietà del Comune di Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento