Metastasi-bis: Bongarzone, Nania e Palermo condannati per associazione di stampo mafioso

La Corte d'Appello di Milano ha riesaminato il caso e riconosciuto le aggravanti per i tre imputati: aumentate tutte le pene

La Corte d'Appello di Milano

La Corte d'Appello di Milano si è pronunciata: anche Alessandro Nania, Ernesto Palermo e Claudio Bongarzone erano colpevoli di associazione a delinquere di stampo mafioso. E' la sentenza emessa nell'ambito del processo "Metastasi-bis": le carte della maxi inchiesta avviata nel 2014, su indicazione (giugno 2017) della Cassazione, sono state riesaminate presso il Palazzo di Giusitizia milanese da una nuova giuria e hanno condotto al giudizio, con rito abbreviato, dei tre imputati.

Inchiesta "Metastasi": in manette la figlia di Mario Trovato 

Ripristinato il primo capo d'accusa: fu associazione mafiosa

Ebbene, dopo l'annullamento della precedente sentenza, si è aggravata la posizione dell'ex professore a Morbegno e consigliere comunale di Lecco Palermo (4 anni e 6 mesi di reclusione), dell'imprenditore Bongarzone (3 anni e 4 mesi) e di Nania (6 anni e 8 mesi), tutti ritenuti sodali del clan 'ndranghetista retto da Mario Trovato, già condannato in via definitiva a quindici anni di reclusione insieme agli altri imputati (Antonello Redaelli, Massimo Nasatti e Antonino Romeo). Ripristinato, quindi, il primo capo d'accusa mosso nei loro confronti, che era stato successivamente derubricato in associazione a delinquere semplice, senza l'aggravante ora nuovamente riconosciuta dalla Corte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Metastasi", per il pm ipotesi di falsa testimonianza per Virginio Brivio

Appesantite le condanne

Le pene in Appello sono state così riformulate: dieci anni e quattro mesi a Palermo, sette anni, nove mesi e dieci giorni a Nania e sette anni a Bongarzone. Scontato il nuovo ricorso degli imputati alla Corte di Cassazione, che tornerà a pronunciarsi anche sul troncone "bis" dell'inchiesta "Metastasi".

Metastasi: l'Amministrazione di Valmadrera chiede i danni ai condannati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: sessanta casi nel Lecchese. «Situazione critica, i cittadini possono fare la loro parte»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento