Metastasi: confermate le condanne, ma non fu mafia

La Corte d'Appello di Milano ha confermato la sentenza del 17 aprile 2015

Non fu associazione mafiosa. La Corte d'Appello di Milano, lunedì 16 maggio, ha confermato la sentenza del Tribunale di Milano (emessa il 17 aprile 2015) e - quindi - le condanne per gli imputati del processo Metastasi.

Le pene: 6 anni e 8 mesi di reclusione per Ernesto Palermo; 4 anni e 6 mesi di carcere per Alessandro Nania e 3 anni e 4 mesi per Claudio Bongarzone.

La Corta, presieduta da Paolo Antonino Torti, ha - quindi - confermato che non fu associazione a delinquere di stampo mafioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento