Truffatore seriale "lecchese" ricercato gira per la Stazione Centrale: arrestato

In manette è finito un 32enne italiano già colpito da un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lecco

Sarebbe dovuto essere in carcere dove avrebbe dovuto scontare una pena per aver ordito più di una truffa. Invece girava liberamente per la Stazione Centrale di Milano. La polizia ferroviaria però l'ha fermato durante un controllo e dopo averlo identificato l'ha tratto in arresto.

Ricercato per varie truffe aggravate

In manette è così finito un 32enne italiano ricercato per varie truffe aggravate e già colpito da un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lecco.

Controlli anti-covid nel Lecchese: quasi 2.000 persone controllate in una settimana, chiusi tre esercizi

Durante un servizio in stazione, gli agenti hanno identificato il giovane e, grazie ad accertamenti, constatato che doveva espiare una pena di oltre tre anni per truffa aggravata, oltre a essere destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Napoli, sempre per lo stesso reato. Dopo l'arresto, il 32enne è stato condotto al carcere di San Vittore.

Leggi la notizia anche su MilanoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento