menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiava e minacciava la madre per avere soldi: in manette un 23enne

Violenza inaudita nei confronti della propria madre costretta a vivere nel terrore

Minacce, percosse e atti di violenza nei confronti della propria madre per estorcerle denaro. E' stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti contro familiari, lesioni personali aggravate, estorsione e rapina L.F.M, 23enne di Mozzate, Como.

I primi episodi risalgono allo scorso marzo. L'arrestato, a causa della sua violenza inaudita nei confronti della madre, avrebbe costretto quest'ultima a vivere nel terrore. Nel mese di ottobre 2017, l'Autorità Giudiziaria gli aveva così vietato di avvicinarsi alla donna con un provvedimento. Divieto che il 23enne ha sistematicamente violato, continuando a maltrattare la donna con estrema violenza. 

I carabinieri della Stazione di Mozzate, più volte costretti ad intervenire in aiuto della donna, hanno puntualmente relazionato tutti gli avvenimenti all’Autorità Giudiziaria che, sulla scorta della gravità dei fatti, ha disposto per il L.F. M. la custodia cautelare in carcere. Il giovane è stato quindi trasferito presso la Casa Circondariale del Bassone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento