Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Molestatore adocchia la preda dodicenne nel fast food, la segue e la violenta: il video lo incastra

Il filmato della videosorveglianza decisivo per risalire al 36enne presunto protagonista della violenza in Brianza e delle molestie a Casatenovo. È in stato di fermo

 

È residente a Berbenno (Sondrio) e lavora come autotrasportatore, il 36enne italiano di origine brasiliana in stato di fermo dallo scorso 23 marzo con l'accusa di avere violentato una 12enne in Brianza e molestato una 15enne di Casatenovo. La Questura di Milano ha dato conferma ufficiale del fermo oggi, martedì 27.

Le violenze si sarebbero consumate nel primo caso nell'androne di casa del palazzo in cui la ragazzina abita, nel secondo sulla strada di ritorno dalla scuola.

Convalidato il fermo

Gli agenti della Squadra mobile di Milano lo hanno intercettato nei giorni scorsi a Imola, dove si trovava per lavoro al volante di un camion. Decisivi i riscontri con gli identikit forniti dalle giovani molestate, e le immagini del circuito di videosorveglianza del fast food di un centro commerciale a Monza in cui l'uomo ha adocchiato la 12enne per poi seguirla fino a casa e perpetrare la violenza. A salvare la ragazzina il pronto intervento della madre, allertata dalle grida della figlia. Nel video diffuso dalla Polizia di Stato si vede il 36enne passare più volte a fianco della ragazzina all'interno del fast food.

Il 36enne vanta precedenti per reati simili. Il medesimo giorno del tentativo di violenza in Brianza, l'uomo aveva pedinato una 15enne dall'uscita della scuola fino a casa a Campofiorenzo di Casatenovo, usando ancora una volta le stesse modalità. Ulteriori indagini sono in corso.

Le molestie a Casatenovo

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento