menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianto per il trattamento dei rifiuti a Molteno, gli ambientalisti dicono no

Il circolo ambiente "Ilaria Alpi" di Merone chiede che le istituzioni non autorizzino il progetto

È polemica sul nuovo impianto per il deposito e il trattamento dei rifiuti a Molteno, in frazione Raviola, il cui progetto è al vaglio delle istituzioni: mentre è in corso la valutazione da parte di Regione Lombardia, Provincia di Lecco e Comune di Molteno, il circolo ambiente “Ilaria Alpi” esprime a gran voce il suo dissenso.

Stando agli attivisti, infatti, l’impianto dovrebbe avere un forte impatto ambientale sul territorio, considerato che tratterebbe svariate tipologie di rifiuti pericolosi e non, tra cui fanghi industriali e rifiuti contenenti amianto.

"Il progetto del nuovo impianto presentato dalla ditta Redaelli avrebbe un pesantissimo impatto sul territorio - commenta Roberto Fumagalli, presidente del circolo - sia dal punto di vista ambientale, essendo vicino al torrente Bevera, sia dal punto di vista della salute dei cittadini, considerato che le prime abitazioni di Molteno e di Sirone si trovano a poca distanza dall'impianto".

Ma quali sarebbero, nel concreto, i problemi derivanti dalla costruzione dell’impianto? Secondo gli ambientalisti, sostanzialmente quattro: anzitutto la vicinanza della struttura all’area di esondazione naturale  del torrente Bevera e la la prossimità a un pozzo idrico (dismesso), in secondo luogo la pericolosità dei rifiuti che verrebbero trattati nel capannone, nonché le polveri e i rumori che si potrebbero sprigionare dall’impianto, e che andrebbero a creare disagi ai residenti.

Altri disagi, infine, arriverebbero dai problemi di traffico, visto l’aumento inevitabile dei mezzi pesanti nella frazione, rischiando di creare problemi alla viabilità.

Conclude Fumagalli: "Proprio a causa del pesante impatto ambientale, il Circolo Ambiente chiede al Comune di Molteno, alla Provincia di Lecco e alla Regione Lombardia di dare parere negativo alla realizzazione dell'impianto rifiuti a Raviola", posizione che verrà ribadita anche durante l'incontro pubblico organizzato per venerdì 30 gennaio 2015 dal Comitato Ambientale Brianza Viva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento