menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Monte Croce brucia ancora: in azione gli elicotteri e il canadair

Proseguono le operazioni di spegnimento dell'incendio boschivo sopra l'abitato di Esino Lario: grande mobilitazione di uomini e mezzi

Il Monte Croce continua a bruciare. L'incendio divampato nei boschi all'alba di mercoledì non è stato ancora domato e da più di ventiquattro ore tiene in apprensione la cittadinanza del comune di Esino Lario, nonostante per fortuna le fiamme siano lontane dal centro abitato.

Anche oggi, giovedì 8 aprile, i Vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di spegnimento, con un sempre più significativo dispiegamento di uomini e mezzi. Le forze attualmente in campo sono le seguenti: 3 autobotti da 7000 litri dei Vdf; 2 DOS (Direttore operazioni di spegnimento) VdF e Comunità montana; 3 elicotteri antincendio privati della Comunità montata; 15 uomini Squadre antincendio boschivo di zona; 1 fuoristrada antincendio Boschivo AIB di Bellano; 1 elicottero Erickson del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco (già in servizio al Corpo Forestale dello Stato); 1 Canadair del Corpo nazionale dei Vdf.

VIDEO | Bruciano Monte Croce e Cornizzolo, al lavoro Vigili del fuoco e volontari

Le condizioni meteorologiche, oggi, non dovrebbero essere di grande ostacolo allo operazioni di spegnimento: rispetto alla giornata di giovedì non è infatti previsto vento forte in quota (e l'allerta di colore rosso per rischio incendi è decaduta alla ore 21 di ieri). Si stima che siano già andate bruciate diverse migliaia di metri quadri di vegetazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento