Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maxi operazione antidroga della Polizia a Monza, presi anche spacciatori del Lecchese

Blitz nel parco dello spaccio dove era stato aggredito Brumotti di "Striscia" con la sua troupe. L'indagine "Dedalo" ha portato all'esecuzione di 53 ordinanze di custodia cautelare, 61 i soggetti indagati. Un giro di hashish, marijuana, coca ed eroina del valore di 500.000 euro

 

Le altalene, i giochi per i bambini e poi le panchine diventate "bancarelle" di droga dove si poteva trovare una dose a ogni ora del giorno, alla luce del sole. E tutto intorno le "vedette" che presidiavano il parchetto trasformato in una delle più attive piazze di spaccio della città di Monza. Proprio qui, ai giardinetti di via Azzone Visconti, in quell'angolo verde trasformato in una "roccaforte" della droga dove lo scorso gennaio era stato violentemente aggredito anche l'inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti insieme a due suoi colleboratori, è scattato il blitz della polizia di Stato nell'ambito dell'indagine "Dedalo" che ha prmesso di assicurare alla giustizia diversi spacciatori, tra cui alcuni malviventi attivi nel vicino territorio Lecchese.

I dettagli dell'operazione e le foto su Monza Today

Ad entrare in azione la Squadra Mobile della Questura di Monza e della Brianza, in collaborazione con gli agenti di altre Squadre Mobili del Nord Italia, dei Reparti Prevenzione Crimine del Nord e Centro Italia, oltre ad unità Cinofile e del Reparto Volo. Numerosi gli arresti. La Polizia ha in particolare dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare a carico di 53 soggetti emessa dal GIP del Tribunale di Monza. La maxioperazione è stata portata avanti da circa 160 poliziotti con rinforzi inviati anche dal Ministero dell'Interno con i colleghi di altre province. Ben 61 le persone indagate.

polizia giardinetti blitz-2-2

L’attività investigativa, coordinata dai Sostituti procuratori di Monza Salvatore Bellomo e Sara Mantovani, è stata condotta dagli agenti della Squadra Mobile di Monza a partire dall'ottobre 2019. Attraverso il monitoraggio quotidiano dei giardini pubblici di via Azzone Visconti, l’indagine ha consentito sia di identificare le decine di soggetti che quotidianamente, dal mattino alla sera, stazionavano nel parco in attesa dei “clienti” delle sostanze stupefacente, sia di chiarire i rapporti tra le due principali bande di spacciatori e la netta divisione esistente tra loro in base alla droga "trattata": una (formata in particolare da cittadini del Gambia) la marijuana e l’hashish, l'altra (con persone del Marocco) la cocaina.

Alcuni dei fornitori erano attivi anche nelle zona al confine con la provincia di Lecco

Oltre agli spacciatori al dettaglio, sono stati individuati anche i loro fornitori di hashish, marijuana, cocaina ed eroina, questi ultimi attivi anche fuori Monza, nella zona di confine tra le province di Lecco, Como e Sondrio. Ne è emerso un “Dedalo” di rapporti tra spacciatori di droga, del quale erano rimasti vittime nel Gennaio del 2020 anche Vittorio Brumotti e la sua troupe, entrati nei giardini di via Azzone Visconti per girare un servizio di “Striscia”. In quell'occasione due collaboratori del popolare inviato vennero aggrediti e rapinati da due degli spacciatori che, identificati dagli stessi uomini della Squadra Mobile di Monza, vennero arrestati poco dopo in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Contestate quasi 4.000 cessioni e detenzioni di sostanze stupefacenti

Il totale degli indagati dell’indagine “Dedalo” ammonta a ben 61 soggetti, dei quali 53 destinatari di misure cautelari, tutti, ad eccezione di un cittadino italiano, provenienti dall’Africa occidentale (per la maggior parte richiedenti asilo) e dal Nordafrica. A loro sono state contestate un totale di quasi 4.000 cessioni e detenzioni di sostanze stupefacenti di varia natura che vanno dalla singola dose al chilogrammo di cocaina o ai 10 chilogrammi di hashish, per un valore complessivo quantificabile in almeno 500.000 Euro di droga. (Nel video alcune immagini dell'operazione antidroga e un passaggio del dialogo tra uno spacciatore e un cliente).

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento